Come creare un canale YouTube: creare un account e aprire un canale sulla piattaforma di condivisione di video più famosa al mondo.

Che tu voglia diventare uno youtuber di professione o semplicemente divertirti e svagarti con le tue passioni, sapere come creare un canale YouTube è necessario. Di cosa hai bisogno per iniziare? Di un minimo di pazienza, di un computer, uno smartphone o un tablet, una buona connessione e, perché no, un pizzico di immaginazione. Ecco tutto quello che bisogna sapere!

Vaccino Covid-19, vuoi scoprire quando sarà il tuo turno?

Creare un canale YouTube: le operazioni preliminari

Per poter aprire effettivamente un canale sulla piattaforma di proprietà di Google, bisogna fare una serie di operazioni preliminari. Innanzitutto, se non si ha un account Google, devi obbligatoriamente crearlo.

youtube
Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/youtube-iphone-smartphone-mobile-2617510/

Se già hai un account Google a disposizione (o dopo averlo creato), possiamo passare alla creazione di un canale YouTube vero e proprio. Per prima cosa dobbiamo collegarci alla pagina principale della piattaforma, premere su accedi ed effettuare il login. A questo punto, scegliamo l’opzione crea un canale e clicchiamo su Inizia per dare il via alle operazioni.

Cosa fare per aprire un canale YouTube

Fatto questo, bisogna scegliere se creare un canale personale o aziendale. Nel primo caso potremo utilizzare il nostro nome, mettere la foto profilo che preferiamo e scrivere una descrizione a nostro piacimento nel campo Channel Description, eventualmente aggiungendo link al nostro sito web o ai nostri social. Per un canale aziendale invece dovremo inserire un nome diverso da quello del nostro profilo, probabilmente quello del brand, e passare per una descrizione non personale.

Ragazza con lo smartphone nella natura
Ragazza con lo smartphone nella natura

Qual è la differenza tra un account personale e uno aziendale? Semplice. Nel secondo caso è possibile aggiungere dei collaboratori che potranno aiutarti nella gestione del canale. Tutto semplice no?

Ma come creare un account YouTube dallo smartphone? Anche in questo caso non è complesso. Basta avviare l’app, premere sull’icona dell’omino in alto a destra, accedere con il proprio account Google, premere sulla propria foto e scegliere l’opzione Il tuo canale. Qui potremo inserire Nome e Cognome e creare il canale (ma solo personale).

Come creare un canale YouTube: le impostazioni da conoscere

Se hai intenzione di creare un canale su YouTube ma senza renderlo pubblico, sappi che puoi farlo tranquillamente. Basta entrare nelle impostazioni, selezionare la voce Privacy e spostare la levetta accanto alle voci Mantieni private tutte le mie playlist salvate e Mantieni private tutte le mie iscrizioni, portandola su OFF. Per modificare la visibilità di playlist e video presenti sul tuo canale invece bisogna scegliere la voce Video, modificare l’opzione Visibilità e selezionare la voce Privato.

Allo stesso modo puoi anche creare un account YouTube condiviso, selezionando l’opzione YouTube Studio: lì va cliccato Impostazioni, Autorizzazioni e infine Invita (inserendo gli indirizzi email dei collaboratori con cui vogliamo condividere l’account).

Aprire un canale YouTube di successo: come fare?

Se la creazione di un canale YouTube è un’operazione tutto sommato semplice, per crearne uno di successo serve grandissimo impegno e un pizzico di fortuna, magari intercettando un trend molto richiesto, come fatto da iPantellas. Devi infatti avere tempo da dedicare alla ricerca di argomenti da trattare, alla programmazione di un canale editoriale preciso e puntuale, ma anche semplicemente il tempo per registrare i video (possibilmente di discreta qualità) e caricarli sulla piattaforma. Insomma, non esiste una formula magica, ma tanti piccoli consigli che, con la costanza necessaria per ogni progetto, potrebbero alla lunga portare i propri frutti:

Fonte foto: https://pixabay.com/it/photos/youtube-iphone-smartphone-mobile-2617510/

Vaccino Covid-19, vuoi scoprire quando sarà il tuo turno?


Nasce Vagin: da Bologna il gin contro stereotipi e convenzioni

Pensione anticipata per invalidità: ecco i requisiti per accedervi