Collezionare vinili: come iniziare e riconoscere i vinili da collezione

Collezionare vinili, la guida definitiva: ecco tutto quello che devi sapere

Collezioni vinili o vuoi cominciare questa avventura? Ecco quali sono i dischi in vinile di valore e tutto ciò che c’è da sapere.

I vinili hanno un fascino davvero incredibile, e oggi più che mai sono tornati di moda e diventati oggetti di collezione rarissimi. Per tutti coloro che amano la musica, sicuramente il vinile è in grado di regalare delle emozioni uniche: il calore del suono, l’autenticità delle registrazioni e il rituale che vi sta dietro, dal cambiare il lato del disco al pulire il gira dischi dopo l’utilizzo.

Ma anche per chi non è un appassionato di musica, collezionare vinili può essere davvero stimolante. Se anche tu vuoi creare la tua personalissima vilineria, allora sei nel posto giusto!

Dischi in vinile da collezione: quali sono e come iniziare

A differenza di tanti altri campi del collezionismo, come ad esempio quello che riguarda le monete rare, nei vinili esistono dei criteri soggettivi che non si possono dimenticare.

Alla base di questo tipo di collezione, infatti, ci sono i gusti personali: la prima cosa da fare, dunque, è chiederti che tipo di collezione desideri. Vuoi le pietre miliari del rock, oppure tutti i vinili di musica classica? Desideri una collezione completa sui migliori dischi italiani degli anni ’80 oppure ricerchi le copertine più famose, come London Calling dei Clash o la celebre banana realizzata da Andy Warhol per il disco dei The Velvet Underground e Nico?

Vinili
Vinili

Insomma, prima di tutto parti da lì, e capisci in che direzione vuoi andare. Dopodiché comincia con l’esperienza. Frequenta negozi, mercatini, fiere e quant’altro, e informati sui vinili che ti interessano. Leggi se esistono delle stampe di annate particolari, delle edizioni limitate o altri esemplari rari che puoi andare a ricercare. Ad esempio, per tornare sulla celebre banana, avere una copia con la banana non sbucciata in copertina è una vera rarità!

Perché alcuni vinili sono rari?

I fattori sono davvero tantissimi. Può essere un errore di stampa, una copertina che magari è stata censurata, oppure delle copie particolari che magari sono passate nelle mani di vip e altri personaggi famosi.

Volete un esempio? Pensate che la prima copia del The White Album dei Beatels, realizzato nel 1968, è appartenuta a Ringo Starr e ha un valore di 822mila dollari!

Sicuramente, se siete degli appassionati e non siete alle prime armi, la prima cosa da fare è controllare tutti i vostri scatoloni e… cercare in ogni angolo della vostra soffitta!

Pulire i vinili e conservarli in maniera corretta

Adesso che hai capito come cominciare a collezionare i vinili, arriva la parte più bella: disponi la tua collezione in una stanza o una parte della casa dedicata, e ricordati di pulire e di conservare bene i tuoi dischi. Sia che tu voglia ascoltarti, sia che l’obiettivo sia rivenderli, è assolutamente importante evitare graffi e segni di usura, sia sul disco che sulla copertina.

ultimo aggiornamento: 22-01-2020

X