Dietro l’esordio di Giorgio Armani nel mondo della moda, complice e compagno alla regia del suo incredibile successo planetario, c’è lui: Sergio Galeotti. Vi sveliamo la sua storia.

Amore è un termine troppo riduttivo. Era una grande complicità, nei confronti della vita e del resto del mondo“. È così che Giorgio Armani, in una intervista del 2000 rilasciata a Vanity Fair, ha dipinto il legame intenso che lo ha unito per tanti anni a Sergio Galeotti, suo compagno negli affari e nella vita. Partiamo alla scoperta del suo ritratto, dalle origini al tramonto di un percorso che ha lasciato nello stilista un segno indelebile.

Chi era Sergio Galeotti e dove viveva?

Sergio Galeotti è nato il 26 luglio 1945, sotto il segno del Leone, ed è morto all’età di 40 anni, il 14 agosto 1985, dopo aver scritto un’importante capitolo dell’alta moda insieme a Giorgio Armani. Con lui, nel 1975, ha dato vita all’omonima maison diventata celebre su scala planetaria, architetto e cofondatore della Giorgio Armani Corporation.

Dopo gli studi a Carrara, Galeotti ha lavorato in diversi studi di architettura e il 1966 è stato l’anno della sua svolta: l’incontro con Armani, che ha spronato a creare una collezione tutta sua – contribuendo così a consegnare quel nome al favoloso percorso di stilista – lo ha visto diventare una figura chiave nella grande avventura dell’uomo che sarebbe poi diventato il suo partner, negli affari e anche nella vita. Sergio Galeotti ha vissuto tra Forte dei Marmi e Milano, e ha condiviso con Giorgio Armani un importante capitolo professionale e personale.

Sergio Galeotti e Giorgio Armani: la vita privata

Il primo incontro tra Sergio Galeotti e Giorgio Armani risale al 1966, nel cuore di Forte dei Marmi, e il loro legame non si sarebbe più interrotto. All’epoca il futuro stilista, 32enne, lavorava come designer per Nino Cerruti, ed è stato proprio Sergio Galeotti, 11 anni più giovane, a motivarlo verso un percorso creativo da assoluto protagonista.

Lui lo ha spinto a farsi strada con una collezione tutta sua, il resto è consegnato alle cronache come un successo che ha fatto la storia del made in Italy nel mondo dell’alta moda.

Mi ha fatto sentire subito papà, mi sono sentito subito responsabile per lui e per la sua vita – ha dichiarato Armani a Vanity Fair -. Era davvero come se fosse mio figlio“.

È stata questa l’alba della loro strepitosa collaborazione, compagni nel lavoro e dietro le quinte della fama, in giro per l’Italia e per il mondo ad aggredire un sogno sempre più vivido e a tradurlo in una realtà sfavillante, dal sapore intramontabile e intenso. “Improvvisamente è diventato un rapporto di profondo affetto“, ha ricordato lo stilista, parlando di una storia sempre più intima e coinvolgente.

Altre 2 cose da sapere su Sergio Galeotti

– È morto a 40 anni, 10 dopo l’inizio dell’avventura Armani nell’alta moda, a causa di una grave malattia.

– “Qualunque cosa facessi nel lavoro è stata fatta per Sergio. E Sergio ha fatto tutto per me. Quindi quello era il cuore“: così Armani ha restituito al mondo l’istantanea del loro percorso insieme.


Irene Volpe, una studentessa alla corte di Masterchef Italia. Ecco chi è

Chi è Nicole Vinti, l’affascinante dama del trono over di Uomini e Donne