Addio al tre volte campione di Formula 1: tutto sulla vita dell’ex pilota Niki Lauda

Tre volte campione del mondo della Formula 1, oltre ad essere stato uno dei più bravi piloti, Niki Lauda è anche stato imprenditore e dirigente sportivo. Ecco chi era, tra carriera e curiosità!

Lo conosciamo tutti come Niki Lauda, ovvero il tre volte campione del mondo di Formula Uno. Definito da chiunque uno dei migliori piloti della storia, ha vissuto una carriera clamorosa che ha dovuto abbandonare a causa di un terribile incidente. Nonostante venga ricordato come un campione, Niki Lauda si è anche dedicato all’imprenditoria…

Ripercorriamo insieme la sua carriera e scopriamo alcune curiosità che riguardano il pilota che, purtroppo, si è spento lunedì 20 maggio 2019.

Chi era Niki Lauda: la biografia

Nasce a Vienna il 22 febbraio 1949 sotto il segno zodiacale dei Pesci. Andreas Nikolaus Lauda, conosciuto semplicemente come Niki Lauda, cresce in una famiglia di banchieri a cui è molto legato.

Niki Lauda
Niki Lauda

Si appassiona sin da bambino all’automobilismo, una passione che, però, i suoi genitori non condividono. Nonostante ciò, arrivato al periodo dell’università, Niki decide di abbandonare gli studi e dedicarsi alla sua più grande passione. Dopo aver richiesto alcuni prestiti, riesce a comprarsi la sua prima vettura in modo da poter partecipare alle varie competizioni.

La sua prima competizione avviene alla Formula Vee per poi passare direttamente alla Formula 3. Dopo aver incontrato vari ostacoli, Lauda riesce comunque ad ottenere un posto in Formula 2. Da quel momento in poi la sua vita cambia completamente poiché riesce a raggiungere i suoi più grandi desideri. A partire dal 1971, diventa pilota di Formula 1 e guida le più importanti vetture, tra cui Ferrari, McLaren, Brm e Brabham.

Per tre volte diventa campione del mondo, venendo definito una vera e propria leggenda. Purtroppo, però, la sua carriera meravigliosa viene distrutta da un terribile incidente.

Niki Lauda e l’incidente sul circuito del Nurburgring

Siamo nel 1976 quando Niki Lauda viene coinvolto in un grave incidente: è sul circuito del Nurburgrin quando perde il controllo della sua vettura e colpisce una roccia. Viene travolto dalle fiamme che gli sfigurano i volto e gli provocano dei danni fisici.

Nonostante i danni dovuti dall’incidente, decide di tornare in pista 40 giorni dopo. La sua carriera non è più la stessa dal momento in cui non riesce più ad avere una visione corretta a causa dell’incidente. Dopo aver annunciato il suo ritiro, il pilota si dedica all’imprenditoria.

La vita privata di Niki Lauda: due matrimoni e cinque figli

La sua vita amorosa è stata abbastanza movimentata. Il primo matrimonio è avvenuto nel 1976 con Marlene Knaus, un’interior designer con cui ha due figli: Lucas nel 1979 e Mathias nel 1981. Nel 1982 diventa padre di un terzo figlio, Christoph, da una relazione etra-coniugale. Nel 2008 sposa Birgit Wetzinger, una hostess della sua compagna aerea, Fly Niki. I due diventano genitori di Max e Mia, due gemelli nati nel 2005.

Chi è Birgit Wetzinger, la moglie di Niki Lauda?

Classe 1979, Birgit Wetzinger è nata il 4 marzo a Vienna sotto il segno zodiacale dell’Acquario. Conosciuta per essere la moglie di Niki Lauda, il campione di Formula 1, è stata l’hostess della compagnia aerea fondata dall’ex pilota. Laureata in management, le informazioni sulla sua vita sono davvero poche dal momento in cui è sempre stata molto riservata.

Niki Lauda: i problemi di salute e la morte del campione

A causa di vari problemi di salute, nel 1997, l’ex pilota viene sottoposto ad un trapianto di rene donatogli dal fratello Florian. Subisce un doppio trapianto nel 2005 questa volta donatogli dalla sua seconda moglie Birgit Wetzinger.

Siamo nell’estate del 2018 quando viene ricoverato a Vienna a causa di un’infezione polmonare. A seguito di varie complicazioni, Niki Lauda viene a mancare il 20 maggio 2019.

Niki Lauda: 4 curiosità sulla leggenda della Formula Uno

-Durante la sua clamorosa carriera, è stato soprannominato Il computer: questo nomignolo nasce a causa della sua capacità di individuare ogni minimo difetto, anche il più piccolo, della vettura che doveva guidare.

-La rivalità tra Lauda e James Hunt è raccontata nel film Rush, uscito nelle sale cinematografiche nel 2013.

-Si è dedicato all’imprenditoria fondando e dirigendo ben due compagnie aeree: la Lauda Air e la Niki.

-Oltre ad essere stato pilota e imprenditore, vanta anche una carriera da dirigente sportivo: ha diretto la Jaguar per due stagioni.

ultimo aggiornamento: 21-05-2019

X