Scopriamo cosa c’è da sapere su Maria Sole Ferrieri Caputi, prima donna ad arbitrare una partita di serie A!

Maria Sole Ferrieri Caputi è un arbitro classe 1990 che, dopo una lunga carriera nel mondo del calcio, è diventata arbitro internazionale. Nel 2021 è stata la prima donna ad arbitrare una squadra di serie A nel match Cagliari-Cittadella di Coppa Italia. Scopriamo cosa c’è da sapere sull’arbitro e sulla sua carriera, passando per alcune curiosità.

Chi è Maria Sole Ferrieri Caputi: la carriera

Nata a Livorno nel 1990 (non è data sapere con esattezza la sua data di nascita), Maria Sole Ferrieri Caputi ha sempre amato il mondo del calcio e ha iniziato ad arbitrare nel 2007 presso la sezione Arbitri di Livorno. A seguire ha trascorso cinque stagioni sul campi del campionato nazionale dilettati ed è entrata a far parte della Can (commissione arbitri internazionali) C, diventando inoltre un arbitro internazionale. Inoltre è una ricercatrice presso la fondazione Adapr e dottoranda all’Università di Bergamo. Nel 2021 è stata la prima donna ad arbitrare una squadra di Serie A (sebbene in una partita di Coppa Italia), ossia quella tra Cagliari e Cittadella.

Maria Sole Ferrieri Caputi: la vita privata

Non si sa praticamente nulla della vita privata di Maria Sole Ferrieri Caputi che preferisce mantenere il massimo riserbo e infatti non possiede profili social. L’arbitro abita a Bergamo, ma torna nella sua Livorno ogni volta che può.

Maria Sole Ferrieri Caputi: le curiosità

– Una delle sue colleghe più famose è Carina Susana Vitulano, ex arbitro internazionale, con cui ha instaurato un ottimo rapporto durante la sua formazione da arbitro a Livorno.

– È stata la prima donna ad arbitrare una squadra di Serie A. Nel 2020 a Livorno Today, in merito alla possibilità che un arbitro donna si occupasse della serie A, aveva detto: “In altre federazioni ci sono già donne ad arbitrare nei massimi campionati e anche in Italia da questo punto di vista non esiste alcuna preclusione: poi se ciò avverrà tra uno, cinque o dieci anni non possiamo saperlo”.

– Il presidente dell’Aia, Alfredo Trentalange, ha espresso pubblicamente il suo orgoglio nei confronti dell’arbitro in occasione della sua promozione in serie A. “Non posso che essere orgoglioso di Maria Sole perché rappresenta la crescita di un forte movimento, quello femminile, che sta realizzando un sogno di civiltà, con applicazione, impegno e passione”, ha dichiarato all’Ansa.

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 16-12-2021


Chi è e che lavoro fa Sandra, la sorella di Tom Hanks

5 curiosità su Matthew Tyler Vorce, presunto fidanzato di Billie Eilish