Ecco chi è Maria Sole Ferrieri Caputi, prima donna arbitro che ha rotto gli schemi arbitrando una squadra di Serie A.

Maria Sole Ferrieri Caputi è un arbitro classe 1990 che, dopo aver fatto molta gavetta nel mondo del calcio, togliendosi molte soddisfazioni, è diventata arbitro internazionale. Nel 2021 è stata la prima donna ad arbitrare una squadra di serie A nel match Cagliari-Cittadella di Coppa Italia, mentre nel maggio 2022 è diventata eleggibile come arbitro di Serie A nella stagione 2022/2023, e la prima gara che ha arbitrato è stata Sassuolo-Salernitana. Ma chiamatela arbitra… scopriamo cosa c’è da sapere sull’arbitro e sulla sua carriera, passando per alcune curiosità.

Chi è Maria Sole Ferrieri Caputi: la biografia e la carriera

Nata a Livorno nel 1990 (non è data sapere con esattezza la sua data di nascita), Maria Sole Ferrieri Caputi ha sempre amato il mondo del calcio e ha iniziato ad arbitrare nel 2007 presso la sezione Arbitri di Livorno. È laureata in Sociologia e lavora a Bergamo (dove vive), in un centro studi di diritto al lavoro.

A seguire ha trascorso cinque stagioni sul campi del campionato nazionale dilettati ed è entrata a far parte della Can (commissione arbitri internazionali) C, diventando inoltre un arbitro internazionale. Inoltre è una ricercatrice presso la fondazione Adapr e dottoranda all’Università di Bergamo. Nel 2021 è stata la prima donna ad arbitrare una squadra di Serie A (sebbene in una partita di Coppa Italia), ossia quella tra Cagliari e Cittadella.

Nel 2022 è stata promossa ad arbitro di Serie A per la stagione 2022/2023. Inutile dirlo che è la prima donna a riuscirci, sfatando molti tabù legati al mondo del calcio. È stata promossa “per merito e non per privilegio“, come ha detto il presidente dell’AIA Alfredo Trentalange.

Maria Sole Ferrieri Caputi: la vita privata

Non si sa praticamente nulla della vita privata di Maria Sole Ferrieri Caputi che preferisce mantenere il massimo riserbo e infatti non possiede profili social. Ha detto, però, di essere fidanzata, in un’intervista a Repubblica, ma non ha voluto esporsi di più. L’arbitro abita a Bergamo, ma torna nella sua Livorno ogni volta che può.

Maria Sole Ferrieri Caputi: le curiosità

– Una delle sue colleghe più famose è Carina Susana Vitulano, ex arbitro internazionale, con cui ha instaurato un ottimo rapporto durante la sua formazione da arbitro a Livorno.

– È stata la prima donna ad arbitrare una squadra di Serie A. Nel 2020 a Livorno Today, in merito alla possibilità che un arbitro donna si occupasse della serie A, aveva detto: “In altre federazioni ci sono già donne ad arbitrare nei massimi campionati e anche in Italia da questo punto di vista non esiste alcuna preclusione: poi se ciò avverrà tra uno, cinque o dieci anni non possiamo saperlo”.

– Il presidente dell’Aia, Alfredo Trentalange, ha espresso pubblicamente il suo orgoglio nei confronti dell’arbitro in occasione della sua promozione in serie A. “Non posso che essere orgoglioso di Maria Sole perché rappresenta la crescita di un forte movimento, quello femminile, che sta realizzando un sogno di civiltà, con applicazione, impegno e passione”, ha dichiarato all’Ansa.

Non vuole essere chiamata arbitra, perché secondo lei è giusto dire “arbitro”. “Non chiamatemi arbitra, ma arbitro. Novanta volte su cento quando mi dicono arbitra è per sottolineare che sono una donna. Quindi preferisco arbitro. Credo che quando non ci sarà più l’esigenza di sottolinearlo, allora vorrà dire che ci sarà davvero parità” ha detto in un’intervista a Il Corriere della Sera.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2023 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 02-10-2022


Chi è Andre, il cantante di Amici 22 con un’infanzia difficile

Chi era Anthony Bourdain: dall’amore per Asia Argento alla tragica scomparsa