La grande storia di Gianni Agnelli è anche la grande storia di Marella Caracciolo di Castagneto, sua inseparabile moglie. Scopriamo di più…

La biografia di Marella Caracciolo di Castagneto è tutta da scoprire, dalle nobili origini alle nozze con Gianni Agnelli, “l’Avvocato“, alla nascita dei figli. Nella sua vita non tutto è stato rose e fiori, e tra le pagine della sua esistenza si annidano due grandi drammi: prima la morte del figlio, poi quella del marito. Scopriamo chi era, tra le luci e le tragedie di una delle famiglie più potenti d’Italia.

Chi era Marella Caracciolo di Castagneto e dove viveva?

Marella Caracciolo di Castagneto è nata a Firenze, sotto il segno del Toro, il 4 maggio 1927. È morta a Torino, il 23 febbraio 2019, 16 anni dopo essere rimasta vedova del suo unico marito, Gianni Agnelli, patron della Fiat che ha sposato nel lontano 1953. Marrakech, in Marocco, era diventata la sua seconda casa, dove viveva stabilmente dal 2005.

Tra le righe della sua biografia spicca il profilo di mecenate, collezionista d’arte, designer d’alta moda e fotografa, con un passato vissuto intensamente nel segno dell’amore per la famiglia e per quell’eleganza discreta che l’ha vista diventare icona di stile à la Jacqueline Kennedy. Sangue di principessa e portamento da regina…

Marella Caracciolo di Castagneto
Marella Caracciolo di Castagneto

Donna Marella era specializzata nella realizzazione di disegni per stoffe d’arredamento, e la sua è stata una carriera costellata di successi. A lei, nel 1977, il prestigioso premio “Product Design Award of the Resources Council Inc.”, conferitole negli Stati Uniti…

La vita privata di Marella Caracciolo di Castagneto

Per quanto riguarda la vita privata, Marella Caracciolo è nata in una famiglia dell’antica aristocrazia napoletana. Il padre, Filippo Caracciolo, duca di Melito e principe di Castagneto, era un diplomatico, la madre, Margaret Clarke, era originaria di Peoria (in Illinois, USA).

Il fratello Carlo Caracciolo fondò con Eugenio Scalfari il gruppo editoriale l’EspressoRepubblica. Un altro fratello, Nicola, fu giornalista, autore televisivo e studioso di storia contemporanea.

Marella Caracciolo di Castagneto, moglie di Gianni Agnelli

Il matrimonio tra Gianni Agnelli e Marella Caracciolo è stato celebrato nel 1953 nel castello di Osthoffen, a Strasburgo. Lei, l’amica di famiglia diventata sua unica e inseparabile consorte, gli ha dato due figli: Edoardo e Margherita Agnelli.

Il primogenito è morto suicida a 46 anni, nel 2000. La figlia dei coniugi Agnelli li ha resi nonni di otto nipoti: John, Lapo e Ginevra, nati dalle prime nozze di Margherita Agnelli con Alain Elkann, Pietro, Sofia, Maria, Anna e Tatiana avuti dal secondo marito Serge de Pahlen.

Marella Agnelli, come è nota dall’unione con l’Avvocato, ha avuto ben dieci bisnipoti: Leone, Oceano e Vita (figli di John Elkann e Lavinia Borromeo), Giacomo, Pietro e Marella (figli di Ginevra Elkann e Giovanni Gaetani dell’Aquila d’Aragona), Anastasia, Serge, Roman e Margherita (figli di Maria de Pahlen).

Altre 7 cose da sapere su Marella Caracciolo

– Dopo il diploma in Svizzera, ha studiato presso l’Académie des beaux-arts e l’Académie Julian di Parigi.

– Ha lavorato come fotografa ed è stata assistente di Erwin Blumenfeld.

– Da sempre appassionata di giardinaggio, e ha scritto il libro Ho coltivato il mio giardino dedicato al tema.

– È stata ritratta anche da Andy Warhol, che l’ha inserita (con il marito) tra le sue famose serigrafie.

– Tra i suoi amici, lo scrittore statunitense Truman Capote.

– La sua presenza regale e al tempo stesso discreta è diventata un simbolo di eleganza imperitura. Per il suo bellissimo collo, il maestro della fotografia Richard Avedon la definì “Il cigno“.

– Il suo stile, apprezzato in Italia e all’estero, le è valso un posto nella Hall of Fame di Vanity Fair.


Chi è Theodora Bugel, la moglie di Roberto Ciufoli

Da Coco a Zanetti: tutti gli ex di Francesca Lodo