Vediamo insieme chi è Jemma Powell, moglie del cantante italo-inglese Jack Savoretti!

Conosciamo meglio Jemma Powell, moglie del cantante italo-britannico Jack Savoretti: dal ruolo in Alice in Wonderland ai figli.

Forse conoscerete di più il marito Jack Savoretti, ma agli appassionati ed attenti di cinema non sarà scappata, forse, la sua bella moglie Jemma Powell. Jemma è un’attrice britannica e i due hanno insieme due figli. Lui è un cantautore e cantante romanticissimo e lei ha i capelli come gli angeli. Spesso li vediamo insieme anche sulla scena italiana (Jack è italo-britannico, ndr) e sono una coppia bellissima perciò oggi cerchiamo di sveliamo qualcosina di più su di lei!

Jemma Powell: dai figli ad Alice in Wonderland

Nata il 25 luglio 1980 sotto al segno del Leone, Jemma Powell è un’attrice britannica riservata (ha un profilo Instagram ma non pubblica molto) che ama la sua privacy. Di lei, sappiamo però che ha frequentato la Farlington School di Horsham e si è diplomata alla Drama School di Oxford nel 2002.

Jemma Powell
fonte foto: https://www.instagram.com/powell.jemma.art/?hl=it

Il suo debutto nel cinema, avviene agli inizi del 2000, partecipando al film The Hole. È famosa al pubblico soprattutto per il suo ruolo in Alice in Wonderland di Tim Burton, dove interpreta Margaret, la sorella di Alice.

Vive nell’ Oxfordshire insieme a suo marito Jack e i loro due figli Connie e Winter, alternando l’attività di attrice con quella di pittrice.

La storia d’amore di Jack Savoretti e Jemma

La bella bionda ci ha messo poco a rubare il cuore dell’amato cantante, Jack Savoretti. In un’intervista a Vanity Fair ha infatti dichiarato: “Quando ho incontrato mia moglie Jemma, quando sono nati i nostri figli (Connie e Winter) è stato come se si fosse acceso dal niente un abat-jour, e poi due lanterne mai scoperte prima: nuove, accecanti, con il loro cono d’ombra che si apre più esteso sempre proprio dove c’è maggiore luce“.

A lei, infatti, è stato dedicato il disco anche Sleep No More, omonimo della famosa canzone. Sempre a Vanity Fair aveva raccontato che il disco parlava di lui, di Jemma e della sua vita privata in generale:

“Le cose che più piacciono, dunque l’amore, i bambini, la felicità, gli amici. E le brutte abitudini, stare fuori troppo e non sapere mai quando è l’ora giusta di tornare a casa. L’ansia”.

fonte foto: https://www.instagram.com/powell.jemma.art/?hl=it

ultimo aggiornamento: 13-04-2019

X