In campo non mostrava alcuna emozione, ma al di fuori Bjorn Borg ha condotto una vita molto movimentato. Andiamo a scoprire chi è.

Un divo nel vero senso della parola. Spesso affibbiato a sproposito oggigiorno, anche per parlare di personaggi pubblici secondari, Bjorn Borg merita senz’altro questo “riconoscimento”. Perché la storia parla in suo favore, costellata da straordinari successi con la racchetta, plurivincitore dei più importanti tornei di tennis. Ma le signore lo ricorderanno soprattutto per via del matrimonio insieme a Loredana Bertè. Entrambi belli, di successo e dalla forte personalità, catalizzarono l’attenzione mediatica. E anche se quel rapporto finì, certamente diede parecchio materiale alla cronaca rosa e non solo. In tale occasione andremo a vedere più da vicino il mito della racchetta, passando dai trionfi sportivi alla vita condotta lontano dalle luci dei riflettori.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Bjorn Borg: la biografia

Bjorn Borg è nato il 6 giugno 1956 a Stoccolma, sotto il segno dei Gemelli. In carriera ha conquistato 11 titoli del Grande Slam, di cui sei al Roland Garros e cinque di fila a Wimbledon. Inoltre, ha occupato la prima posizione del ranking mondiale dal 23 agosto 1977 al 2 agosto 1981. Considerato da tutti gli esperti come uno dei più grandi campioni di ogni epoca, infranse numerosi primati nell’era Open, che tuttora permangono.

La sua ascesa, quando era un semplice adolescente, contributi all’esplosione dell’interesse verso la disciplina, che divenne mainstream. Il logorio fisico per una carriera non lunga, ma particolarmente intensa, lo spinse ad abbandonare il circuito ad appena 26 anni, provocando sconcerto tra i fan e gli addetti ai lavori. Dopo il ritiro investì i propri guadagni sportivi in alcune attività imprenditoriali. Tuttavia, nel 1989 il suo gruppo finanziario collassò e Borg si ritrovò a dover restituire un milione e mezzo di dollari ai creditori, ma riuscì comunque a scampare alla bancarotta.

Bjorn Borg: la vita privata

Durante la sua vita è convolato all’altare in ben tre occasioni: nel 1980 con la collega rumena Miriana Simionescu, nel 1989 con Loredana Bertè e, infine, nel 2002 con Patricia, la sua attuale moglie, non un personaggio pubblico, il che avrebbe favorito la stabilità del rapporto. La coppia vive a Stoccolma e ha un figlio, Leo, anch’egli diventato tennista. Apparente presente su Instagram (che però non utilizza), ha un patrimonio pari a 40 milioni di dollari.

9 curiosità su Bjorn Borg

– Lo chiamavano Ice Man per l’aria imperturbabile che mostrava in campo.

– Parla ben quattro lingue: svedese (madrelingua), tedesco, francese e inglese.

– Entrò a contatto col tennis, nel momento in cui il padre gli regalò una racchetta, da lui ricevuta come premio per essersi aggiudicato un torneo dilettantistico di ping-pong.

– Aveva 15 anni alla prima presenza in Coppa Davis con la Svezia.

– Nel 1974, poco prima di compiere 18 anni, vinse il suo primo titolo professionistico di alto livello: l’Open di Francia. Il record verrà poi migliorato da Mats Wilander e Michael Chang.

– Conobbe per la prima volta Loredana Bertè al Roland Garros nel 1973, quando gliela presentò il fidanzato di allora della cantante, Adriano Panatta.

– Nel 1989 tentò il suicidio e fu la Bertè a salvarlo.

– Nell’agosto 2007 ha recitato insieme all’amico-rivale John McEnroe, in un divertente spot per la catena di supermercati inglese Tesco. 

– Ha lanciato un marchio di moda col proprio nome, il secondo più importante in Svezia, dietro solo a Calvin Klein.

Riproduzione riservata © 2021 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 13-11-2021


Claudio Bisio: chi sono i due figli, Alice e Federico

Chi è Joe Exotic: il “Tiger King”, finito in carcere per tentato omicidio