Charlene di Monaco è ancora in una clinica in riabilitazione: parla il padre dell’ex nuotatrice che non riesce ancora ad uscire da questa situazione.

Il mondo è col fiato sospeso per conoscere novità relative a Charlene di Monaco, che da mesi è assente al principato per motivi di salute. Gli impegni reali vanno avanti per il Principe Alberto, ma Charlene è ancora assente. Ora parla il padre, che è fiducioso sui tempi di ripresa della figlia.

Dopo che un alone di mistero aleggia sulla situazione di Chsrlene, il signor Wittstock ha rotto il silenzio affermando di essere fiducioso riguardo ai suoi tempi di ripresa. Come ha rivelato il padre, Charlene è ancora vulnerabile e si trova in una clinica fuori dal Principato di Monaco.

In un’intervista alla rivista sudafricana YOU, ecco cosa ha dichiarato il signor Wittstock: “Mia figlia nuotava per 20 km al giorno. Sulla base del modo in cui si allenava, so che è una tosta e supererà tutto questo e ne uscirà molto più forte

Inoltre, il padre della principessa ha detto che lui e sua moglie, Lynnette Wittstock, non sono riusciti a vedere la figlia durante il suo soggiorno in Sudafrica a causa dei problemi legati al Covid-19: “Abbiamo una nostra età dobbiamo stare molto attenti. Inoltre non volevo infettarla perché aveva subito così tante procedure mediche ed era vulnerabile. Ci siamo sentiti regolarmente al telefono e io parlo con i gemelli

Charlene di Monaco è rimasta in Sudafrica per 8 mesi: recatasi lì per visite ufficiali, la principessa ha lottato per mesi contro un’infezione che ha colpito orecchie, naso e gola. Ora si sta riprendendo, ma a quanto pare la situazione non è stata ancora normalizzata.

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 09-12-2021


Chiara Ferragni piange durante la terapia di coppia: “Mi sento inutile”

Drammatico lutto per l’attrice: “Sarai sempre…”