Le regole e le misure anti Covid per il Capodanno 2022: vietate feste in piazza, chiuse le discoteche, resta possibile festeggiare con veglioni in casa.

Feste in piazza no, veglioni in casa sì. Questo il brevissimo riassunto delle regole anti Covid per il Capodanno 2022, stando alle norme previste nell’ultimo decreto. D’altronde, va sottolineato come già da fine novembre-inizio dicembre molti sindaci e molte regioni avessero provveduto a emanare ordinanze per ridurre le possibilità di contagio, cancellando concerti già organizzati, chiudendo locali, piazze e così via. Ma cosa potremo fare allora in questo Capodanno 2022?

Capodanno 2022: le regole anti Covid

Rispetto allo scorso anno, la situazione è leggermente migliore. Permangono molte restrizioni, ma nulla a che vedere con la zona rossa che, di fatto, ci impedì di festeggiare l’arrivo del nuovo anno come da tradizione. Nella notte di San Silvestro non potremo festeggiare all’aperto. Cancellati tutti i concerti e le feste in piazza. Ma anche le discoteche sono state costrette alla chiusura almeno fino al 31 gennaio. La variante Omicron, molto contagiosa, fa paura, e il governo ha deciso di evitare possibilità di assembramento nella notte più lunga dell’anno.

coppia capodanno stelle luminose
coppia capodanno stelle luminose

Le brutte notizie, però, finiscono qui. O quasi. Resta infatti possibile festeggiare il Capodanno con il tradizionale veglione. E non solo in casa. Si potrà infatti anche andare a cenare nei ristoranti che non prevedono spettacoli da ballo. Ovviamente, per poter entrare bisognerà essere però muniti di un Super Green Pass.

Capodanno 2022: le regole per il veglione in casa

Se invece si preferisce rimanere all’interno della propria abitazione, di fatto non esistono regole restrittive di alcun tipo. Questo non vuol dire che saranno consentiti mega assembramenti o super raduni senza freno. Ma il governo ha scelto di affidarsi al buon senso e alla prudenza delle persone. Non saranno quindi presenti limiti per quanto riguarda gli invitati veglione, e non sarà obbligatorio nemmeno sottoporsi a un tampone (seppur vivamente consigliato, anche ai vaccinati).

Capitolo spostamenti: saranno consentiti senza alcun limite tra i vari comuni e tra le varie Regioni. Non sarà quindi necessaria l’autocertificazione, né per le trasferte su territorio nazionale, né per i viaggi all’estero. Infine, occhi puntati sulle feste abusive. La chiusura delle discoteche ha fatto aumentare i timori di possibili raduni all’aperto o al chiuso per aggirare le attuali norme vigenti. Un timore fondato, stando anche a quanto trapela nei gruppi Telegram di No Green Pass. Non mancheranno dunque controlli a campione in giro per l’Italia anche nell’ultimo giorno dell’anno.

Riproduzione riservata © 2022 - DG

coronavirus

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 28-12-2021


Mascherina FFp2: le differenze con gli altri dispositivi di sicurezza

Cosa significa ideologema?