L’Italia festeggia per il bonus natalizio 2021: cos’è davvero e come si può ottenere, i requisiti necessari per accedere al contributo per le famiglie.

È già attivo il bonus natalizio 2021, il ‘nuovo’ contributo statale del Governo a sostegno delle famiglie in difficoltà per il periodo delle feste (e non solo). Non si tratta in realtà di un vero e proprio bonus, come sostenuto da alcune fonti sul web, bensì di un voucher che può arrivare fino a 1400 euro a famiglia, e che potrà essere erogato entro la fine dell’anno. Un voucher formato da buoni spesa, utili per acquistare generi alimentari e beni di prima necessità, già presente nel Decreto Ristori e rifinanziato dal Governo nel Decreto Legge Sostegni Bis. Scopriamo insieme in cosa consiste nel concreto e come può essere ottenuto.

Terza dose Vaccino, a chi spetta prima e quanto dura.

Cos’è il bonus natalizio 2021

Il bonus è dunque formato dai buoni spesa, una forma di sostegno ideata dalle istituzioni per aiutare le famiglie in difficoltà economica durante il periodo della pandemia. Nel 2021 sono stati stanziati dal Governo fondi per 500 milioni di euro, ripartiti tra i diversi comuni attraverso due criteri: il 50% in proporzione alla popolazione residente; il restante 50% in relazione al valore del reddito pro capite rispetto alla media nazionale.

cesto natale regalo
cesto natale regalo

I buoni hanno un valore che può variare a seconda del Comune. In media il valore è di 300 euro, ma si parte da un minimo di 100 euro a un massimo di 600/700 euro a seconda anche del numero di componenti del nucleo familiare. In alcuni casi il bonus può essere ottenuto in due tranche, per un valore complessivo che può arrivare a 1400 euro. Ma come si fa a ottenere i voucher?

Come ottenere i voucher del bonus natalizio 2021

I fondi vengono gesititi in autonomia dalle amministrazioni comunali, che hanno anche il compito di pubblicare il bando con i requisiti di accesso ai voucher. La documentazione da presentare, il valore del buono e il termine ultimo per inoltrare la domanda possono variare da comune a comune.

Stando a quanto previsto dai bandi precedenti, possono beneficiare di questo bonus i nuclei familiari composti da almeno una persona, con priorità per coloro che non ricevono altro tipo di sostegno pubblico. Quasi tutti i comuni richiedono il valore Isee, che deve rientrare in determinate soglie, o documentazioni di altro tipo che attestino la situazione economica della famiglia. Per avere informazioni più precise è dunque necessario verificare sul sito del proprio comune di residenza. Insomma, rispetto ad altri bonus, come quello verde, non è altro che una misura in sostegno delle famiglie in difficoltà nel periodo della pandemia.

Riproduzione riservata © 2021 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

ultimo aggiornamento: 10-11-2021

L’eclissi lunare più lunga del secolo sarà a novembre: ecco il giorno (e come osservarla)

Test seriologico prima della terza dose? Ecco come essere preparati