L’Italia si proietta verso la stagione estiva con ottimismo forte di dati relativi all’emergenza sanitaria in continuo miglioramento.

Assolutamente legittimo pensare alle proprie vacanze per cercare un po’ di relax e mettersi alle spalle un anno particolarmente difficile e drammatico.

Ma sarà comunque necessario scegliere la propria meta tenendo in considerazione anche alle limitazioni sugli spostamenti negli altri paesi che hanno aperto le proprie frontiere ai turisti stranieri e agli eventuali problemi legati a eventuali quarantene in caso di contagio. Per tutte queste ragioni tantissimi gli italiani stanno decidendo di privilegiare le località nostrane e di aiutare tutto un indotto, quello turistico, in grande difficoltà. Le alternative non mancano di certo, dal nord al sud, ma possiamo già dire che la parte del leone la faranno le destinazioni di mare con in testa quelle della Sardegna. Non è un caso che all’interno del volantino Lidl della prossima settimana dedicato ai viaggi le mete isolane proposte siano tantissime. Tra le più ambite c’è senz’altro Baunei, cittadina che si è classificata al secondo posto tra i borghi più belli d’Italia per il 2021. Cerchiamo di capire il perché. 

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

mare Baunei Sardegna
Fonte foto: https://unsplash.com/photos/_M6Wg9t2Uq4

Dove si trova

Baunei è una piccola cittadina situata a 150 km circa da Cagliari, e a un centinaio dal porto di Arbatax, quindi facilmente raggiungibile dai principali punti d’arrivo presenti sull’isola.
Siamo all’interno della provincia dell’Ogliastra, a ridosso della costa centro-orientale della Sardegna e del Golfo di Orosei. La particolarità di questo piccolo comune di appena 3500 abitanti che risulta sistemato a 480 metri sopra il livello del mare, è che il suo territorio si inerpica sulle pendici del Supramonte, estendendosi sino al mare, ricomprendendo alcuni degli angoli più suggestivi dell’intera isola.

Patrimonio storico

Il piazzamento sul secondo gradino del podio all’interno dell’iniziativa ideata dal programma di Rai 3 Alle Falde del Kilimangiaro, è legato in larga parte alle bellezze architettoniche presenti nel piccolo paesino ogliastrino, tra le quali troviamo tutta una serie di palazzi ottocenteschi perfettamente conservati, la chiesa di San Pietro al Golgo e il betilo antropomorfo, una statua in pietra stilizzata risalente all’età nuragica, l’unica raffigurante un volto umano. Nel centro della cittadina è possibile inoltre immergersi nella storia millenaria dell’isola all’interno del museo etnografico Sa Dommu Eccia

Patrimonio naturalistico

Ma il vero punto di forza della proposta turistica del piccolo centro ogliastrino è legata alle bellezze naturalistiche ricomprese all’interno del vasto e vario territorio comunale. Si passa in pochi chilometri dalle pareti scoscese e verticali, conosciute da chi ama il mondo dell’escursionismo e dell’arrampicata – tra le quali troviamo l’iconica Pedra Longa, uno spuntone di roccia che si erge per oltre 200 – sino a uno dei tratti di costa isolana più suggestivi che ricomprendono spiagge e calette splendide come Cala Mariolu, Cala Luna, e Cala Goloritzè. Alcune di esse sono accessibili esclusivamente dal mare attraverso imbarcazioni private o tramite servizi di trasporto marittimo che partono dal porticciolo turistico di Santa Maria Navarrese, frazione marina di Baunei che offre peraltro chilometri di spiaggia, quella di San Giovanni, caratterizzata da un mare incontaminato e dotata di tutti i servizi tipici per i bagnanti.

Ritornando a salire, dopo qualche chilometro di strada bianca si arriva all’Altopiano del Golgo, una depressione calcarea posta a 400 metri d’altitudine, percorsa da fiumi e torrenti e cascatelle, in un intreccio di sentieri scoscesi e talvolta invalicabili che conducono sino al mare. In tutto il territorio è possibile ammirare le testimonianze della civiltà nuragica come i nuraghi e i menhir.  Vicino a Su Sterru, una voragine di origine carsica molto suggestiva profonda 268 metri, sono presenti delle piscine basaltiche nelle quali i tanti asinelli che popolano la zona sono soliti dissetarsi.
Insomma, Baunei è la meta perfetta sia per i turisti che sognano delle vacanze nel mare cristallino della Sardegna, sia per quelli che amano immergersi nella natura.


Band per il matrimonio: non un dettaglio ma un elemento essenziale per l’evento

Storia degli orecchini: un viaggio nella moda e nei secoli