La giornalista, ospite a Quarto Grado, chiarisce il senso del discorso che ha suscitato numerose polemiche.

Mentre i temi del femminicidio e della violenza contro le donne si fanno sempre più centrali e sensibili, la domanda posta da Barbara Palombelli a Forum ha scatenato ulteriori polemiche sull’argomento. Nella puntata di qualche giorno fa, a seguito di un’udienza dove una moglie accusava il marito di violenza, la conduttrice ha espresso il suo pensiero a riguardo, lasciando scioccati i telespettatori che hanno subito espresso il loro dissenso.

Le sue parole sono state: “A volte è lecito domandarsi: questi uomini erano completamente di testa oppure c’è stato anche un comportamento esasperante e aggressivo anche dall’altra parte? … In questa sede, soprattutto che è un tribunale, esaminare tutte le ipotesi“.

La giornalista coglie quindi l’occasione per chiarire e contestualizzare l’accaduto, data la “tempesta” che si è scatenata contro di lei. Afferma che la domanda incriminata era da inserire in un contesto più specifico, rivolto alla causa appunto da risolvere in puntata. Ha chiarito subito che “Il femminicidio non è giustificabile in alcun modo, non intendevo dire quello che è stato compreso“. Continua: “Le accuse contro di me mi hanno provocato un grave malessere, poiché nella mia storia professionale sono sempre stata in prima linea contro la violenza sulle donne”.

Ecco il discorso fatto a Quarto Grado:

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

ultimo aggiornamento: 18-09-2021


Adriana Volpe per la prima volta sul suo ex marito: “Ha dei problemi, va rispettato”

GF Vip, Alfonso Signorini: “Politically correct? Ne abbiamo le tasche piene”