Sembra che la bella conduttrice non sia disposta a farsi riprendere “senza luci giuste”, il video in cui si copre il viso con le mani suscita l’ironia di Selvaggia Lucarelli.

Le famose luci giuste dello studio di Pomeriggio 5, tornano a essere al centro dell’ironia sulla conduttrice. Barbara D’Urso si è coperta il viso con le mani per non farsi riprendere mentre era in giro a Milano. Il video ripreso da Selvaggia Lucarelli che fa ironia sulla faccenda è diventato virale: ecco cosa è successo!

“Quando non hai le luci giuste…”: l’affondo di Selvaggia Lucarelli

Barbara D'Urso
Barbara D’Urso

Come riporta Blogtivvu: “La pagina Instagram Milano bella da Dio ha beccato Carmelita intenta a farsi un selfie con un fan. A questo punto, cercando di farle lasciare un messaggio anche per il prossimo Pride in arrivo (che potrebbe vederla tra i protagonisti), la conduttrice di Pomeriggio 5 si è prontamente coperta il volto con la mano. Selvaggia Lucarelli ha condiviso il video facendo dell’ironia: “Quando non hai le luci giuste e allora diventi Mano della famiglia Addams”.

La pagina in questione ha poi commentato sui social il video: “Non sappiamo esattamente a quanti di voi interessi, ma abbiamo incontrato l’altra sera Barbara d’Urso che sarà probabilmente al pride di Milano dove ci spiegherà perché nel video si copriva il viso con la mano in quanto vogliamo DISPERATAMENTE scoprirlo.

Dunque, sembra che al pride la conduttrice avrà modo di spiegare quanto successo ma sicuramente l’ironia della Lucarelli ha fatto già il giro del web. Ecco il video:

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG


Sallusti furioso contro Giletti: “Non siamo a Ballando con le stelle”

Antonella Clerici parla dei cambiamenti del suo corpo: “Il mio pubblico lo sa e non c’è da vergognarsi”