In occasione della giornata mondiale del coming out, Barbara D’Urso si è esposta in prima persona sul suo profilo Twitter con una dichiarazione a favore della comunità LGBT.

La conduttrice di Pomeriggio 5 è da sempre vicina al mondo LGBT. Nel corso dei suoi programmi Barbara D’Urso ha dato voce a diverse storie d’amore coraggiose, ribadendo fermamente il suo “no” all’omofobia.

Per Barbara D’Urso semplicemente “Love is Love” e tutti hanno il diritto di amare chi meglio credono. La conduttrice si è di nuovo esposta sull’argomento in occasione della ricorrenza internazionale del Coming Out Day.

Scopri i luoghi dei più famosi delitti italiani

Barbara D’Urso e il messaggio sul coming out

Sul suo profilo Twitter la D’Urso ha festeggiando la ricorrenza, ribadendo comunque che a suo avviso non esistono giorni particolari per compiere questo importante passo.

“Nessuno deve sentire il coming out come un obbligo…Evviva la libertà di amare chiunque ci faccia battere il cuore.”

Per l’occasione Barbara D’Urso ha riproposto una sua “foto simbolo”, uscita sulla copertina di una rivista nel 2015. Nello scatto la D’Urso appare mentre si sta facendo la barba: un’immagine provocatoria che intende suscitare scalpore e rivendicare la libertà di essere sé stessi oltre ogni pregiudizio di genere.

“Ci ho messo la faccia con orgoglio”, afferma la conduttrice di Pomeriggio 5 “perché davvero credo che l’amore non abbia sesso”.

Barbara D’Urso pubblica il messaggio sul coming out in ritardo, ma volutamente. “Per me non esistono giorni predefiniti per sostenere chi decide di aprirsi al mondo,” scrive nella didascalia del suo post.

Il suo messaggio è di grande supporto per tutti i membri della comunità LGBT e per chiunque intenda dichiararsi al mondo esterno affrontando questo grande passo. La D’Urso chiude il post con un semplice hashtag #loveislove accompagnato da una sequenza di colorati cuori arcobaleno.

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

ultimo aggiornamento: 13-10-2021


Emma Marrone lancia un forte messaggio sui social: “La bellezza è essere se stessi, senza filtri”

Rocco Siffredi in lacrime: “Mio fratello, morto così…”