Arisa e il dopo Sanremo 2016: “Più un abito rispecchia la mia vera essenza, più sono felice”

Arisa e il dopo Sanremo 2016: Nel tempo ho capito che la mia sicurezza non arriva dalla sensualità, ma dalla creatività. Più un abito rispecchia la mia vera essenza, più sono felice” 

chiudi

Caricamento Player...

Al Festival Arisa ha mostrato un’ennesima versione di se stessa. E ora la cantante italiana più imprevedibile dice a Grazia di essere tornata da Sanremo più felice che mai: “È stato bello ritrovarsi. Mi piacerebbe che fosse così tutto l’anno, vedere i colleghi, gli amici così come accade qui. È bella la tensione che c’è quando sei tanto impegnato nella tua passione”.

Poi parla di moda e stile, dalla prima apparizione nel 2009 all’ultimo look sfoggiato sul palco dell’Ariston:

“Con Manuel (Menini, suo stylist e amico, ndr) abbiamo poi capito che non ero pronta per indossare certe cose. Finisce che mi vergogno. E invece sul palco bisogna sentirsi sicure. Nel tempo ho capito che la mia sicurezza non arriva dalla sensualità, ma dalla creatività. 

E a proposito delle critiche confessa che:

“quelle fatte guardandoti negli occhi sono un gesto di altruismo e di amore, le apprezzo molto. È facile dire: “Sei meravigliosa”. È più difficile dirti: “Lavati la faccia”. Quello te lo dice solo la mamma”.

Anche a Grazia Arisa dice tutto quello che le passa per la testa. Ma non se ne pente mai:

“Oggi ci siamo, domani chissà. Preferisco mostrarmi per quello che sono, quel che canto è davvero dedicato alla gente. Non voglio avere filtri con le persone. Non mi piace essere toccata, o baciata, è vero, ma l’amore che provo quando faccio qualcosa per gli altri è grande”.

E, dopo aver affermato di credere alla reincarnazione, conclude:

“Crede che io sia un po’ matta? Morgan me lo dice sempre”.