Apple CarPlay e Android Auto sono due dei sistemi di infotainment disponibili per le nostre automobili. Ma qual è la differenza tra loro?

Da anni ormai il mondo dell’automobile è cambiato, è sempre più connesso, in grado di venire incontro alle esigenze di ogni guidatore, sia con risorse pratiche che con sistemi di infotainment sofisticati. Da Apple CarPlay ad Android Auto, tutti stanno iniziando a prendere familiarità con lo sviluppo tecnologico dello stare in automobile. Ma cosa sono nel concreto questi due sistemi e quali sono le loro principali differenze?

Cosa sono Apple CarPlay e Android Auto

La definizione più utilizzata per descrivere CarPlay e Android Auto è questa: sono i due principali sistemi di infotainment al momento disponibili sul mercato. Per poter capire bene cosa siano a tutti gli effetti, dobbiamo però andare all’origine e comprendere cosa si intenda per sistema di infotainment. Di fatto, non è altro che un sistema che fornisce informazioni e intrattenimento ai passeggeri presenti all’interno di una vettura, come suggerisce il nome. Il sistema include solitamente uno schermo di visualizzazione, un’unità centrale di elaborazione e componenti audio.

CarPlay
CarPlay

Detto questo, torniamo alla domanda specifica: cosa sono questi due sistemi? Il primo è realizzato da Apple, il secondo da Android, e quindi è diretta emanazione di Google. Entrambi sono basati sulla tecnologia Bluetooth e consentono di controllare alcune funzioni del telefono tramite l’auto. Hanno applicazioni di navigazione che consentono di vedere la propria posizione e quella dell’auto, e permettono di fare chiamate telefoniche e ascoltare musica dal telefono ma senza utilizzare l’apparecchio, evitandoci così ulteriori distrazioni.

CarPlay e Android Auto: le differenze

Entrambi i sistemi consentono di utilizzare varie funzioni del telefono mentre si guida. Ma non sono perfette, hanno dei pro e dei contro, quindi può essere difficile decidere quale sia il migliore per te. CarPlay, ad esempio, è compatibile al 100% con gli iPhone, mentre Android Auto funziona sia con Android che con iPhone. Il primo è poi un po’ più costoso, anche perché offre una gamma di app al momento più ampia rispetto al competitor. Dal canto suo, Android Auto è maggiormente personalizzabile, ma meno user-friendly. Si tratta in ogni caso di due grandi soluzioni per l’infotainment. La scelta tra i due dipende soprattutto da quale tipo di smartphone abbiamo e con quale tipo di sistema operativo ci troviamo più a nostro agio.

Come si usano CarPlay e Android Auto

Per utilizzare questi due sistemi, è necessario collegare il proprio telefono al sistema di infotainment dell’auto. Si può fare ciò utilizzando un cavo USB, o tramite Bluetooth. Una volta collegato il telefono, è necessario avviare l’app apposita. Questa apparirà sullo schermo del telefono, e da qui sarà possibile controllare alcune app. Supportano un range di app specifico. ad esempio, CarPlay supporta Apple Music, Maps, e Messaggi, mentre Android Auto le app Google Maps, Google Play Music, e WhatsApp. Offrono entrambe anche il controllo hands-free di alcune funzioni. ad esempio, è possibile utilizzare Siri (su CarPlay) o Google Voice (su Android Auto) per effettuare chiamate, inviare messaggi di testo e controllare la musica. Insomma, sono entrambi strumenti molto utili che permettono di migliorare l’esperienza di guida. Se stai cercando un nuovo veicolo, assicurati che sia dotato di uno di questi due sistemi.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 29-07-2022


Neom è la città del futuro: il sogno del principe arabo potrebbe nascere entro il 2030

Lavorare in un museo: ecco come trovare la professione dei tuoi sogni