Il nuovo aggiornamento dell’app Zoom per Android ha introdotto diverse novità, tra cui la crittografia end-to-end e la compatibilità con le dirette YouTube.

Zoom è un’applicazione che consente ai numerosi utenti di effettuare videochiamate. Il numero di persone che utilizzano il servizio è sensibilmente aumentato durante il lockdown: lavoratori, studenti e altri utenti hanno infatti utilizzato questa piattaforma per effettuare conferenze e videochiamate. L’app Zoom a ottobre 2020 stata arricchita con le dirette su YouTube: scopriamo tutte le novità introdotte con l’aggiornamento.

Avviare dirette su YouTube con Zoom per Android

Finalmente ci siamo: anche gli utenti Android potranno effettuare delle dirette su YouTube utilizzando Zoom. La funzionalità, disponibile già da tempo nelle varianti dell’app per altri sistemi operativi, consente quindi agli utenti di trasmettere dei video live su YouTube in cui compaiono anche altre persone.

Videochiamata di lavoro
Videochiamata di lavoro

Per ottenere questa novità sarà necessario aggiornare l’applicazione disponibile nel Google Play Store. Dopo aver effettuato il rapido aggiornamento, l’utente dovrà accedere al proprio account collegandosi al sito web ufficiale, recarsi nelle impostazioni dell’account, scegliere l’opzione “In Riunione” e attivare “Consenti riunioni in live streaming”. All’interno dell’app Android, dopo aver avviato una videochiamata, apparirà ora una funzione che consente di far partire la live.

Zoom, crittografia end-to-end e altre novità

Finalmente, è stata introdotta la crittografia end-to-end, che renderà il servizio, che ha conquistato anche l’Italia con Zoom Boom anche, decisamente più sicuro. Inizialmente, gli sviluppatori offriranno un’”anteprima tecnica”. Dopo un mese, la funzionalità sarà estesa a tutti gli utenti, sia Premium che Free.

La crittografia end-to-end (E2EE), disponibile anche su WhatsApp, è un indispensabile sistema di comunicazione cifrato. Nelle applicazioni che utilizzano questa tecnologia, sono solo gli utenti interni alle conversazioni a poter leggere i messaggi, visualizzare le immagini e i video. Un modo per proteggere le conversazioni da possibili malintenzionati.

Immersive Scenes è un’altra funzione che consente agli utenti più giovani, costretti a seguire le lezioni online, di ritrovare almeno una parte di normalità. I ragazzi, attivando la webcam, potranno inserire la propria immagine in mezzo ai banchi di scuola, almeno virtualmente.

Ancora in fase di sviluppo sono invece alcuni nuovi strumenti pensati per gli adulti che partecipano a meeting virtuali. Zoom, con un prossimo aggiornamento, introdurrà le seguenti funzioni:

– Recording Highlights: consente di effettuare una registrazione della lezione o del meeting e di trascriverlo, così da consentire ai partecipanti di estrarre i concetti più importanti.

– High-Fidelity Music Mode: permetterà di sopprimere il rumore di fondo e ascoltare musica in alta qualità durane i meeting.

Scopri le regole da seguire in caso di contatti stretti con persone positive al Covid 19


Sono Denise Dellagiacoma e vi racconto come ho trovato la mia strada!

Quali negozi restano aperti nelle regioni arancioni?