2 Giugno: il significato della festa della Repubblica

Il 2 Giugno si festeggia la nascita della Repubblica Italiana e della nazione dopo un referendum storico che segna la fine della monarchia

chiudi

Caricamento Player...

La festa del 2 Giugno è la festa istituzionale per eccellenza del nostro paese. Il 2 Giugno di ogni anni si festeggia la nascita della Repubblica Italiana e della Nazione dopo un referendum storico che nel 1946 segna la fine della monarchia italiana.

Referendum istituzionale: 25 milioni di italiani alle urne

Il 2 e 3 giugno del 1946 tutto il popolo italiano, per la prima volta anche le donne, veniva chiamato alle urne ad esprimere il proprio voto durante un referendum istituzionale. Il Paese, in seguito alla caduta del regima fascista, si trovava dinanzi a due possibilità: la monarchia o la repubblica. I 25 milioni di cittadini italiani chiamati alle urne votarono così: 13 milioni per la Repubblica e 11 milioni per la Monarchia. Il 2 Giugno il popolo italiano, tutto, dimostrò una grande prova di risveglio civile scegliendo la Repubblica e cambiando così le sorti della Nazione.

La celebrazione della Repubblica Italiana

Per ricordare la nascita della Repubblica e quindi della nazione fu celebrata per la prima volta una festa nazionale il 2 giugno 1948 a Roma, con la parata militare in via dei Fori Imperiali, la passata in rassegna delle forze armate da parte dell’allora Presidente Luigi Einaudi e la deposizione della corona d’allora al Milite Ignoto. In precedenza veniva celebrata la festa nazionale dello Statuto Albertino (prima domenica di giugno). Dopo alterne vicende (festa della repubblica mobile) la manifestazione nel 2001 con Carlo Azeglio Ciampi è diventata festa ufficiale il 2 Giugno con parte e cerimonie che si tengono non solo a Roma, ma anche nelle ambasciate italiane nel mondo. Durante il pomeriggio le celebrazioni continuano nei giardini del Palazzo del Quirinale dove suonano complessi dell’Esercito Italiano, dell’aeronautica Militare italiana e tanti altri.

(fonte foto: sito ufficiale)