Pierre Cardin, stilista italiano naturalizzato francese, è morto all’età di 98 anni. Il mondo della moda è in lutto.

Stilista italiano naturalizzato francese, Pierre Cardin è morto a 98 anni. A diffondere la triste notizia sono stati i media francesi. L’uomo era ricoverato in ospedale da qualche giorno, ma, al momento, non si conoscono le cause che hanno portato al suo decesso. Nato in Italia ma trasferitosi in Francia da piccolino, Pierre ha faticato molto per raggiungere il meritato successo. Con il suo stile unico ha fatto la storia della moda ed è riuscito a farsi apprezzare anche da tutti i colleghi più importanti.

Pierre Cardin: la carriera dello stilista

Classe 1922, Pierre Cardin ha avuto una vita molto intensa. Ultimo di otto figli, la sua famiglia si è vista costretta a lasciare Sant’Andrea di Barbarana, in provincia di Treviso, quando lui era molto piccolo. A soli 2 anni, si è ritrovato a vivere in Francia, meta scelta dai genitori con la speranza di trovare fortuna. Al compimento del 14 anno d’età, ha iniziato l’apprendistato presso un sarto di Saint-Étienne e ha subito compreso che quello era il mestiere che voleva davvero fare.

Arrivato a Parigi, nel 1945, ha lavorato prima da Jeanne Paquin e poi da Elsa Schiaparelli, arrivando infine da Christian Dior. Qui è stato il primo sarto della maison e ha iniziato a costruire davvero la sua carriera. Il 1950 è stato l’anno della svolta, quello che l’ha visto aprire la sua casa di moda “EV” in Rue Richepanse. Inizialmente si è dedicato soprattutto a costumi e maschere per il teatro, poi nel 1953 ha lanciato la sua prima collezione. Da questo momento in poi, il suo nome è diventato noto ogni angolo del globo.

L’intuito e il successo del prêt-à-porter

Pierre Cardin ha raggiunto l’apice del successo grazie all’intuito del prêt-à-porter. Dopo aver fondato la seconda casa di moda, “Adam“, ed essere sbarcato perfino in Giappone, lo stilista ha realizzato una collezione ad hoc per i grandi magazzini parigini Printemps. Così facendo è diventato il padre del prêt-à-porter ed è entrato a far parte della storia della moda.

Considerato un genio sperimentale dallo stile avanguardistico, è stato il primo a sfilare sulla Muraglia Cinese e nella piazza Rossa di Mosca. La sua creatività non si è fermata solo agli abiti e agli accessori, ma ha spaziato tra design, arte, hotel, ristoranti, porcellane e profumi.

In 98 anni di vita, Cardin ha ricevuto diversi riconoscimenti, come: la nomina di Commendatore dell’Ordine del Merito della Repubblica Italiana nel 1976, Commendatore della Legion d’Onore nel 1983 e la nomina di ambasciatore dell’Unesco nel 1991.

Scopri quello che c'è da sapere sul dimagrimento... potresti rimanere sorpresa.


Il dramma di Iva Zanicchi dopo il Covid: “Sono devastata”

Claudia Alivernini, la prima infermiera vaccinata, minacciata sui social