L’ex pm Angioni, ospite di Storie Italiane, ha annunciato che Denise Pipitone è viva e ha una figlia: come ha reagito Piera Maggio?

Nel corso dell’ultima puntata di Storie Italiane, l’ex pm Maria Angioni ha fatto una rivelazione che nessuno si aspettava. Stando alle sue parole, Denise Pipitone è viva ed è diventata mamma. Il magistrato, che già in passato si era occupata della scomparsa della bimba di Piera Maggio, ha raccontato che in questi anni ha continuato ad indagare, arrivando ad una pista che sembra essere certa.

Ex pm Angioni rivela che Denise Pipitone è viva e ha una figlia

Ospite in collegamento con Storie Italiane, l’ex pm Maria Angioni ha fatto delle rivelazioni in merito alla scomparsa di Denise Pipitone, avvenuta a Mazara del Vallo nel 2004. Il magistrato ha raccontato alla conduttrice Eleonora Daniele che la figlia di Piera Maggio è viva, non sa nulla del suo passato e ha anche una figlia. In questi anni, l’ex pm ha continuato ad indagare in maniera informale sulla sparizione della bimba e, ad oggi, ha ottenuto informazioni che non hanno nulla a che vedere con la “pista rom” che si sta seguendo da tempo.

Grazie a due persone ho individuato una persona che potrebbe essere Denise e ho scoperto che ha una figlia. Ho mandato tutto alla Procura e all’avvocato di Piera Maggio, Frazzitta. Io ho fatto da battitore in questi mesi, ora servono i cacciatori ma senza recare danno a nessuno“, ha dichiarato la Angioni.

L’ex pm ha sottolineato che Denise non va cercata in una “famiglia rom“, ma in “ambienti non ispezionabili“. Stando alle sue indagini, la piccola Pipitone, che oggi è donna nonché mamma, vive in una famiglia normalissima, che non le ha mai raccontato nulla del suo passato.

Ecco l’intervento della Angioni a Storie Italiane:

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

Scomparsa Denise Pipitone: una luce in fondo al tunnel

Se le scoperte della Angioni corrispondessero a verità, Piera Maggio vedrebbe finalmente una luce in fondo al tunnel. Dopo 17 anni di ricerche estenuanti, false piste e tantissime delusioni, la mamma di Denise potrebbe finalmente riabbracciare sua figlia. Nelle indagini dell’ex pm, però, ci sono alcuni dettagli che rendono la faccenda un po’ complicata.

La situazione è difficilmente controllabile. Non sta con i componenti della famiglia allargata di cui ho sempre parlato, ma ci siamo arrivati proseguendo quel pensiero. Altro non posso dire, se lo dicessi farei un danno. Quello che ho verificato adesso mi dà conferma di quello che ho sempre pensato. Ora temo per la sua sicurezza fisica e per la serenità del suo nucleo familiare dove è adesso inserita. Quella persona non sa di essere una bambina rapita e non lo sa il marito. L’unica cosa di cui ho paura è la perdita di serenità di un nucleo familiare. La prima cosa importante è preservare l’equilibrio psicofisico delle persone coinvolte“, ha ammesso la Angioni.

La Pipitone è in un “contesto molto sereno e internazionale“, ma l’ex pm ci ha tenuto a sottolineare che la faccenda va risolta “in fretta“. La signora Maggio, nel frattempo, ha chiesto di avere “cautela nel diffondere informazioni“.


Caso Saman, la madre agli assistenti sociali: “La comunità protetta? Un disonore”

Strage di Ardea, la madre dei bimbi uccisi sul killer: “Non lo conoscevamo”