Covid-23: il significato e la definizione della nuova fase della pandemia legata al coronavirus, secondo quanto chiarito dagli esperti.

Addio Covid-19. La pandemia cambia e cambia anche il nome del nostro “avversario”, con cui ci troviamo a dover fare i conti ormai da anni. Secondo gli esperti sia italiani che mondiali, siamo ormai entrati in una nuova fase della pandemia, ed è una fase che necessita di essere differenziata dalla precedente a partire dal nome. Da qui la necessità di parlare di Covid-23, come confermato dal consiglio internazionale dell’Istituto nazionale di Malattie infettive Lazzaro Spallanzani di Roma. Ma di cosa racchiude in particolare questa definizione?

Cos’è il Covid-23: non una nuova variante, ma una nuova fase

Siamo entrati in una fase “assolutamente nuova“, spiegano gli esperti. E questa nuova fase, formata da nuove varianti e nuove regole, è quella non più del Covid-19, ma del Covid-23. Un nome che vuole portarci verso quello che è il traguardo da molti auspicato fin dall’inizio della pandemia: l’endemizzazione.

molecole virus covid
molecole virus covid

Con l’Italia in pole position per la nuova fase della lotta al virus, e per ogni possibile pandemia futura, si apre una prospettiva del tutto nuova in questa epoca in cui il coronavirus, in tutte le sue varianti, sta iniziando diventare endemico rispetto alle nostre società. Non un a malattia come le altre, ma una malattia che può essere affrontata senza più la paura del passato.

La nuova campagmna di vaccinazione

Non ci sono dunque nuovi sintomi da dover descrivere per il Covid-23. Non si tratta di una nuova malattia virale, né di una nuova variante del vecchio Covid, bensì del nome che si è voluto dare alla prima vera grande svolta, a due anni dallo scoppio della pandemia.

Intanto, intervenuto alla Camera dei Deputati, il ministro Schillaci ha presentato negli scorsi giorni l’inizio di una nuova campagna di comunicazione sulla vaccinazione anti-Covid, che verrà potenziata a cavallo tra 2022 e 2023. Nonostante l’endemizzazione progressiva del virus, infatti, resta fondamentale non abbassare la guardia. Il ritorno alla normalità è molto vicino, ma potrà essere raggiunto solo se si continuerà a lottare con il virus con tutte le armi a nostra disposizione. E per primi i vaccini, appunto.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

coronavirus

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 21-11-2022


Quali sono i comandi della tastiera di un Mac? Ecco tutte le scorciatoie e i suggerimenti

Doppio aumento in busta paga: ecco a chi è destinato