Fumatori aumentati durante il lockdown da coronavirus

Coronavirus: durante il lockdown sono aumentati i nuovi fumatori

Coronavirus: durante il lockdown in Italia sono calati i fumatori di sigarette tradizionale, ma sono aumetati quelli di e-cig.

Il Coronavirus non ha tolto il fumo tra i vizi degli italiani. Tuttavia, sono diminuiti durante il lockdown i fumatori di sigarette tradizionali, a vantaggio dei consumatori di tabacco riscaldato e sigarette elettroniche. È quanto emerge da uno studio dell’Istituto Superiore di Sanità. Non solo. In Italia sarebbero anche aumentate le persone che hanno scelto di provare per la prima volta a fumare proprio in questo periodo. Inoltre, chi non ha smesso tra i fumatori tradizionali ha aumentato il numero di sigarette fumate al giorno.

In lockdown sigarette tradizionali diminuite

Secondo quanto emerge dallo studio condotto dall’ISS in collaborazione con l’Istituto di Ricerche farmacologiche, con l’Università Vita-Salute S. Raffaele, con l’ISPRO (Istituto per lo studio, la prevenzione e la rete oncologica) e con la DOXA, presentato il 29 maggio durante la Giornata Mondiale senza tabacco, le abitudini degli italiani durante il lockdown sono cambiate, ma non solo in positivo.

Fumo passivo
Fonte foto: https://pixabay.com/it/sigaretta-fumo-brace-cenere-burns-110849/

La buona notizia è il calo del numero di fumatori, passato dal 23,3% al 21,9%, con una diminuzione di circa 630mila persone. A questi va aggiunto un 3,5% di fumatori che, pur non smettendo completamente, hanno comunque diminuito la quantità di sigarette consumate al giorno.

A questi dati fa però da contraltare l’aumento del numero dei nuovi fumatori o di coloro che hanno incrementato l’uso di tabacco. Si parla di ben 3.9 milioni di persone.

Coronavirus, le sigarette elettroniche in aumento

Tra i fumatori in particolare sono aumentati i fruitori occasionali o abituali di sigarette elettroniche, forse anche per il risparmio economico garantito: si è passati dall’8.1% al 9.1%, con un aumento di circa 436mila persone.

Aumentano anche gli utilizzatori di prodotti a tabacco riscaldato. La metà di questi ha iniziato a usare tali prodotti per la prima volta durante il lockdown, mentre 1 consumatore occasionale su 5 è diventato abituale, specialmente nelle fasce d’età più giovani.

Il lockdown fa ingrassare? Scarica QUI la dieta da seguire ai tempi del coronavirus.

Fonte foto: https://pixabay.com/it/sigaretta-fumo-brace-cenere-burns-110849/

ultimo aggiornamento: 19-06-2020

X