Come curare la pelle sensibile

Quello della pelle sensibile è un problema che non guarda mai all’età, e che può comparire in qualsiasi momento della vita: sia da giovani, sia quando si è più in là negli anni.

Ad oggi sono infatti tante le donne costrette a combattere con questa situazione: una debolezza della cute provocata dal calo delle funzionalità della barriera protettiva dell’epidermide, che non riesce più ad offrire un valido riparo all’azione degli agenti esterni. Dal vento al freddo, passando per l’inquinamento e gli allergeni, sono tanti gli elementi che possono aggredire la cute sensibile. Il risultato? Irritazioni, infiammazioni e dermatiti molto fastidiose. Quali sono le cause di questa situazione, e come curare la pelle sensibile?

Pelle sensibile: quali sono le cause?

In un mondo perfetto, la pelle dovrebbe sempre possedere una barriera in grado di evitare l’intrusione degli agenti esterni: al tempo stesso, questa linea di difesa dovrebbe anche evitare ai liquidi di scappare via, causando la disidratazione della cute. Purtroppo, questo non succede con la pelle sensibile: la causa di questa debolezza è dovuta ad una alterazione del pH del tessuto cutaneo, che rende la pelle molto reattiva nei confronti degli elementi visti sopra. Le cause organiche di questo indebolimento sono diverse: dagli sbalzi ormonali all’invecchiamento della pelle dovuto all’età, passando anche dalle allergie.

Pelle sensibile

Come curare la pelle sensibile?

Le donne che soffrono di cute debole possono arricchire questa barriera grazie ad una crema per pelli sensibili come anche questa di Lichtena: merito dei tensioattivi che contiene, ovvero elementi che intervengono per purificare la cute e per proteggere la barriera stessa. Fra l’altro, queste creme aiutano anche a regolare il pH, così da rinforzare la resistenza della pelle. Altri elementi che possono aiutare le donne che soffrono di cute sensibile? Gli antiossidanti e le vitamine, dunque un regime alimentare genuino, che dovrebbe però essere sempre consigliato da un nutrizionista esperto.

Cute sensibile: come riconoscerla?

Riconoscere la pelle sensibile non è difficile, perché esistono una serie di indicatori in grado di testimoniarne la presenza: se soffrite di irritazioni e di iper-sensibilità durante i cambi di stagione, è molto probabile che sia per via della cute debole. Inoltre, molto spesso il contatto dei detergenti con la pelle porta a problematiche come arrossamento e prurito, oltre che bruciore localizzato. Uno dei sintomi più chiari della pelle sensibile è la disidratazione: non riuscendo a trattenere i liquidi, la cute si secca parecchio e tende a tirare. Infine, la nascita di problemi come la rosacea sono un ulteriore indicatore.

ultimo aggiornamento: 04-01-2018

Donna Glamour

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X