Cicciolina svela di essere stata un agente segreto e si sfoga: “La tv mi ha messa in un angolo”

Cicciolina torna a parlare  dopo anni nascosta nel dimenticatoio della tv italiana, ma lei non si è mai arresa ed ha continuato a lavorare

chiudi

Caricamento Player...

Cicciolina si racconta in una lunga intervista riportata da Dagospia, dove parla del suo lavoro degli ultimi anni, della politica e dei suoi progetti; la prima porno attrice più famosa d’Italia, resa celebre dal titolo di Miss Ungheria a soli 13 anni è orma un’icona inconfondibile grazie ai suoi capelli biondo platino, la corona di fiori in testa e le labbra roso lucido. Oggi, Cicciolina ha già 64 anni e gira il mondo con spettacoli di avanguardia artistica sempre sold out. “Non me ne sono mai andata. Mi hanno messo all’angolo. La televisione di Stato mi ostacola molto, mi ha tagliata fuori privandomi dell’opportunità di lavorare. Continuo ad apparire, ma all’estero, dove i media sono meno politicizzati. Ogni mattina sono in ufficio già all’alba per organizzarmi la giornata. Sto lavorando a delle esposizioni artistiche intitolate ‘Cicciolina Make Art-The Artcore Diva’, al centro di una mia prossima rassegna, partecipo come madrina alle serate del Love tour 2016, sto lanciando un profumo ‘Touch me-Sensation’, mentre cerco produttori cinematografici per realizzare un film sulla vita con protagonista anche mio figlio Ludwig Koons. Basta essere Cicciolina e fare tutto con amore e creatività”

La politica e i politici

Il rapporto con la politica e soprattutto con i politici, è sempre stato molto conflittuale per Cicciolina che da ragazza sembra sia stata contattata dai servizi segreti ungheresi per fare la spia ai potenti uomini d’affari stranieri.

“Battute a parte, è tutto vero. Da ragazza facevo la cameriera in un hotel di Budapest quando sono arrivato due agenti dei servizi segreti a chiedermi di sedurre i clienti segnalati, da politici a diplomatici occidentali. “

“Dovevo andare in camera loro, farli parlare e fotografare le carte che trovavo nelle loro borse. A 18 anni ero già l’agente Katigobar (coccinella, in ungherese), spia di businessmen arabi o di politici americani. Dietro i miei occhi truccatissimi c’è un’anima vera e sotto la coroncina di fiori una testa che non ha mai smesso di pensare”

Poi Cicciolina ricorda la sua esperienza in politica in Italia, al fianco di Marco Pannella, e fa notare che molte sue idee ora sarebbero state copiate e diventate proposte di legge.

“Venni eletta deputato nel 1987 nelle fila del Partito radicale con 20mila preferenze, seconda solo a Marco Pannella, e ho portato avanti battaglie quanto mai attuali. Una di queste il sesso in carcere, oggi è diventata una proposta di legge. L’affetto dietro le sbarre non deve assolutamente mancare.”

“Durante il mio impegno politico dal 1987 al 1992 sono stata tutta casa e politica, non ho avuto distrazioni di alcun genere. Non ho avuto storie con colleghi onorevoli, ho pensato a fare battaglie per le proposte di legge che presentavo in Parlamento, oggi copiate e riproposte da altri onorevoli.”

Cicciolina e Pannella
Fonte: Ansa

 

Fonte foto: Wikipedia