Maria Schneider: chi era la diva di Ultimo tango a Parigi

Il volto e il nome di Maria Schneider sono impressi nella storia del cinema mondiale. Scopriamo chi era e quali sono le curiosità sulla sua storia!

Insieme a Marlon Brando è l’eterna diva di Ultimo tango a Parigi: stiamo parlando della straordinaria Maria Schneider. Cerchiamo di capire di più sulla sua storia, con un tuffo tra biografia e vita privata. Chi era oltre i riflettori della fama? Ve lo sveliamo adesso…

Chi era Maria Schneider?

Nata sotto il segno dell’Ariete il 27 marzo 1952, l’attrice Maria Schneider ha visto la luce nella fremente Parigi, cuore dell’avanguardia culturale d’Europa. Sotto la sua stella brillano capolavori di inarrivabile spessore, film rimasti in testa ai ricordi di milioni di persone.

Non tutti lo sanno, ma era figlia illegittima di Daniel Gélin, attore, e di Marie-Christine Schneider, modella rumena di sangue per metà tedesco. Sua madre possedeva una libreria nella Capitale francese, proprietaria di una libreria a Parigi. Il padre (protagonista de L’uomo che sapeva troppo, di Hitchcock) non volle riconoscerla perché già sposato e disinteressato al rapporto con lei. Per questo, l’attrice crebbe senza una figura paterna, in una città al confine con la Germania…

Maria Schneider in Ultimo tango a Parigi

La consacrazione sulle scene internazionali è avvenuta con una pellicola diventata celebre (e discussa) in tutto il mondo: Ultimo tango a Parigi. La Schneider ha recitato al fianco di Marlon Brando, iscrivendosi nell’eternità del cinema proprio grazie alla pellicola di Bernardo Bertolucci. L’attrice aveva solo 20 anni!

Una scena, su tutte, ha fatto storia e ha destato una scia polemica lunga decenni: si tratta dello stupro simulato di cui si riempirono le pagine di mezzo mondo, e che la stessa Schneider, intervistata dal Daily Mail nel 2007, disse di aver vissuto come una violenza reale perché non informata prima.

5 curiosità su Maria Schneider

-Maria Schneider è morta a Parigi, il 3 febbraio 2011, dopo una lunga malattia all’età di 58 anni.

-Nel 1972 il film Ultimo tango a Parigi fu sequestrato per offesa al comune senso del pudore. Il suo personaggio, Jeanne, è rimasto per sempre nella memoria di intere generazioni.

-Durante le riprese del film Caligola fu licenziata: si era rifiutata di girare alcune scene di nudo e per colpa di una crisi isterica addirittura ricoverata in un ospedale psichiatrico a Roma…

-Una delle sue grandissime passioni era la musica. Cantò con Cristiano Malgioglio, suo amico da una vita.

-La scena della violenza non prevista nel copione ma comunque portata a termine sul set di Ultimo tango, per molti, costituirebbe un abisso da cui l’attrice non si è mai risollevata.

Fonte foto: https://www.instagram.com/cariku.jewelry/?hl=it

ultimo aggiornamento: 21-01-2019

X