Oggi lo chiamano il “dottor empatia”, a causa della sua drammatica esperienza che ha cambiato il suo punto di vista: ecco chi è Pierdante Piccioni.

Il dottor Pierdante Piccioni ha una storia incredibile, una di quelle storie che commuovono: tanto che ne è stata tratta una bellissima fiction, intitolata Doc – Nelle tue mani. Il medico, primario al Pronto Soccorso, ha subito un terribile incidente a seguito del quale ha perso 12 anni di memoria. Ma non si è mai arreso, ed è diventato uno degli eroi in prima linea contro il Coronavirus, nel 2020.

Pierdante Piccioni, la biografia

Nato a Cremona il 30 agosto 1959, sotto il segno zodiacale della Vergine, Pierdante Oscar Piccioni ha sempre avuto un’inclinazione speciale nell’aiutare le persone. Per questo ha deciso di diventare dottore: si è laureato in Medicina e Chirurgia presso l’Università degli Studi di Pavia nel 1986, iniziando sin da subito la pratica in ospedale.

Grazie alle sue abilità, ben presto è diventato primario al Pronto Soccorso dell’Ospedale Maggiore di Lodi. È stato consulente del Ministero della Salute e docente universitario, al top della sua carriera. Ma il 31 maggio 2013 qualcosa è cambiato per sempre: a causa di un incidente stradale, è finito in coma. Al suo risveglio, il dottor Piccioni aveva perso 12 anni di memoria.

La storia del dottor Pierdante Piccioni

Ricoverato in ospedale, Pierdante ha dovuto fare i conti con un avvenimento terribile: tutto quello che era accaduto nei 12 anni precedenti era stato letteralmente cancellato dalla sua mente. Era convinto di essere ancora al 25 ottobre 2001 e di aver appena accompagnato a scuola suo figlio di 8 anni – che in realtà era ormai all’università.

All’inizio i medici non gli credevano, fin quando non hanno trovato delle lesioni cerebrali che potessero spiegare quella perdita di memoria. Il dottor Piccioni ha dovuto ricominciare da zero, senza mai arrendersi. Gli hanno offerto un posto da bidello, ma lui voleva continuare a fare il medico. È tornato a studiare, per recuperare tutte le conoscenze che aveva appreso nei 12 anni che il suo cervello aveva dimenticato.

Pierdante Piccioni
Fonte foto: https://www.youtube.com/channel/UCBlms9YpWedqqtXRoi-0WUA

Ormai, però, il suo atteggiamento era totalmente rivolto al paziente. Ha preso un master in Pazientologia e si è guadagnato il soprannome di “dottor empatia”, proprio per il modo di approcciarsi a chi ha bisogno delle sue cure. Oggi è primario al Pronto Soccorso di Codogno, e nel 2020 si è occupato dei pazienti in remissione colpiti dal Coronavirus.

La vita privata del dottor Pierdante Piccioni

Se la storia del dottor Piccioni è diventata famosissima, grazie anche alla fiction Doc – Nelle tue mani in cui il medico è stato interpretato da Luca Argentero, sono molte meno le informazioni che abbiamo sulla sua vita privata. Non ha profili social dai quali possiamo trarre alcuni indizi sul suo conto, tuttavia lui stesso ha raccontato qualcosa sulla sua bellissima famiglia.

Sappiamo che Pierdante è sposato da molto tempo con Assunta, che è sempre stata al suo fianco anche nei momenti più difficili. Ha avuto due figli, Filippo e Tommaso. Oggi vive in Lombardia, ma non sappiamo di preciso dove.

3 curiosità sul dottor Pierdante Piccioni

•Sulla sua esperienza ha scritto alcuni libri: il primo è stato Meno 12, edito da Mondadori.

•Al suo risveglio, come ha raccontato in varie interviste, non riconosceva sua moglie e i suoi figli. Ragionava ancora in lire, non sapeva dell’esistenza delle e-mail e credeva che sua mamma fosse ancora in vita.

•Per aiutare i suoi pazienti, ha aperto una nuova unità di Integrazione Ospedale Territorio e Appropriatezza della Cronicità.

Fonte foto: https://www.youtube.com/channel/UCBlms9YpWedqqtXRoi-0WUA

7 minuti al giorno per un corpo da favola!

TAG:
luca argentero Pierdante Piccioni

ultimo aggiornamento: 22-03-2020


Chi è Irene Vella, autrice della poesia diventata virale durante l’emergenza Coronavirus

Vanessa Hudgens: tutto quello che c’è da sapere sull’attrice americana