Un uomo di 32 anni è finito in manette con l’accusa di aver abusato di una minore di 12 anni a Vicenza. Le indagini sarebbero scattate dopo la denuncia della madre della bimba.

A raccontare delle presunte violenze alla donna sarebbe stata un’amica della figlia, vittima a 12 anni, secondo l’accusa che avrebbe visto finire in carcere un 32enne di Vicenza, di violenza sessuale. Stando alla ricostruzione emersa, l’indagato sarebbe un residente dello stesso condominio in cui vive la famiglia della bambina. La piccola avrebbe subito abusi per due giorni.

Abusi su una bambina di 12 anni a Vicenza: 32enne in manette

L’arresto del 32enne sarebbe avvenuto poche ore fa, e l’uomo si troverebbe ora recluso nella casa circondariale di Vicenza. Su di lui penderebbe una gravissima accusa: violenza sessuale su minore. Vittima, secondo la. ricostruzione emersa, una bimba di 12 anni residente nello stesso condominio dell’uomo fermato. A far scattare le indagini sarebbe stata la denuncia sporta dalla madre della bambina, la quale avrebbe appreso degli abusi da un’amica della figlia.

10 ricette DETOX per rimetterti in forma

ragazza con la mano alzata contro violenza
ragazza con la mano alzata contro violenza

Abusi su una 12enne a Vicenza: la ricostruzione dei fatti

Secondo quanto riportato dal Corriere del Veneto, la bambina sarebbe stata trascinata con la forza all’interno di un garage del condominio e violentata ripetutamente. La terribile ipotesi è che abbia subito abusi per due giorni di seguito. Gli esami avrebbero confermato le violenze. A incastrare l’indagato, il suo Dna individuato sugli indumenti della 12enne. La minore avrebbe anche riconosciuto l’aggressore in una foto.

Prima che la madre arrivasse a scoprire l’orrore, la piccola si sarebbe confidata con un’amichetta che poi avrebbe riferito il racconto alla donna, permettendo così di formalizzare una denuncia e il successivo avvio delle indagini da parte dei Carabinieri. Gli elementi raccolti avrebbero portato la Procura di Vicenza a chiedere e ottenere un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa poche ore fa dal giudice per le indagini preliminari. L’uomo sarebbe persona già nota alle forze dell’ordine.


Saman, interviene l’Interpol: richiesta di arresto per i genitori

Saman, il fidanzato crede che sia viva e prigioniera dopo il rapimento