Anche Zayn Malik degli One Direction twitta per la Palestina

One Direction nell’occhio del ciclone: uno dei suoi componenti riceve insulti e pesanti minacce dopo un messaggio su twitter a favore dei palestinesi.

chiudi

Caricamento Player...

One Direction risucchiati nel turbine di polemiche che sta coinvolgendo il mondo dopo l’inasprimento dell’eterno conflitto fra israeliani e palestinesi. Motivo? Uno dei suoi componenti, Zayn Malik, incurante di quanto accaduto ad altre superstar prima di lui (ricordate quello che è successo a Rihanna? Costretta a cancellare il suo messaggio in condizioni misteriose) ha scritto e non rimosso sul suo profilo di Twitter un messaggio a favore della Palestina con l’hashtag che in questi giorni sta spopolando: #FreePalestine.

Ancora più prevedibili gli insulti e le minacce che Zayn Malik ha poi ricevuto. “Lasciamo ucciderti” e “Sei ancora vivo? Dovresti essere morto a quest’ora. Suicidati adesso” sono solo alcuni dei messaggi di cattivo gusto che ha ricevuto.

Il cantante britannico originario di Bredford, nel West Yorkshire, ha anche origini pakistane e non ha per niente dato peso alle cattiverie subite, evidentemente assai convinto delle proprie idee.

Zayn infatti non ha replicato né su Twitter né tantomeno a mezzo stampa, giudicando prive di peso tutte le stupidaggini che gli hanno postato. Onestamente pare che sia proprio la scelta migliore per rispondere a chi non ha il minimo rispetto per le idee altrui.