Zanotta: dagli anni ’50 firma il design

Zanotta ha contribuito a portare nel mondo il design italiano grazie alla sua creatività sempre all’avanguardia.

chiudi

Caricamento Player...

Fondata nel 1954, Zanotta è una della aziende italiane che sono diventate subito protagoniste del design italiano. Simbolo di innovazione e creatività ha saputo, grazie alla lungimiranza del suo fondatore Aurelio Zanotta, coniugare profitto e cultura allo stesso tempo, dando spazio non solo alla logica imprenditoriale della crescita economica ma anche indirizzandosi verso una crescita qualitativa affidandosi alla creatività di architetti e designer che hanno firmato oggetti diventati vere e proprie icone del nostro immaginario.

Guarda qui la fotogallery dei prodotti Zanotta

“Mi era chiaro che il ruolo dell’industriale poteva essere più incisivo se riusciva – afferma Aurelio Zanotta dalle pagine del suo sito – anche offrire al pubblico gli strumenti per crescere culturalmente. Percorrere questa strada e farne la propria politica produttiva significa avere una visione più complessa della realtà industriale…”

Grazie alla collaborazione con Achille Castiglioni, Gae Aulenti, Marco Zanuso, Carlo Mollino e tantissimi altri, è diventata protagonista dell’abitare contemporaneo internazionale, vincendo tre Compassi d’oro ed esponendo alcuni suoi pezzi al Moma, al centro Pompidou e al Vitra Design Museum.

Chi non conosce la poltrona “Sacco”, la sedia “Tonietta” o l’appendiabiti “Sciangai” o ancora il tavolino “Cumano”? Sono tutti oggetti che fanno parte del nostro quotidiano perché non passano mai di moda, sono intramontabili grazie al loro design sempre attuale ed alla qualità dei materiali sottoposti a continue sperimentazioni ed innovazioni tecnologiche.

Al salone del Mobile 2015 Zanotta si è presentata con pezzi nuovi ma accostata a pezzi iconici del marchio per sottolineare il fatto che l’acquisto di un prodotto di design è senza tempo, non ha scadenza, rimarrà a far parte dell’arredamento per decenni.