Wycon Halloween, il trucco da bambola maledetta

Un’idea originale e sofistica per la linea Wycon Halloween che propone uno stile da bambola di porcellana spettrale

Halloween si avvicina e avete deciso di sperimentare un trucco sofisticato e spettrale per la serata, degno dei migliori make-up artists, magari ispirandovi a un look da bambola di porcellana, un personaggio classico dei film dell’orrore: il brand Wycon propone un trucco di questo tipo, molto d’effetto ma anche sofisticato ed elegante per lasciare il segno del proprio stile anche a una festa in maschera.

Come creare il trucco da bambola di porcellana?

È necessario partire da una base molto chiara e opaca, meglio utilizzando un fondotinta in polvere compatta della colorazione più chiara possibile; in seguito è necessario eseguire un leggero contouring utilizzando una terra dai toni freddi. Il punto forte saranno la bocca e le gote, la prima avrà un gloss scuro sui toni del vinaccia, per dare maggiore drammaticità all’incarnato pallido, le seconde dovranno essere evidenziate da un blush, steso in abbondanza di un bel rosa scuro, sempre opaco.

Ora passiamo al trucco occhi partendo da una base calda costituito da un ombretto marroncino sulla palpebra mobile; si stenderà poi un grigio non troppo scuro sulla piega dell’occhio per dare profondità allo sguardo, infine si può dare un tocco originale con un eyeliner marsala e un mascara bianco. Se proprio si vuole esagerare per la notte più spaventosa,si può anche optare per le lenti a contatto colorate, magari lilla o rosa. Infine, per creare un look più credile come bambola di porcellana, wycon propone di creare con una matita vinaccia della crepe sul viso sfumate con il blush, per dare l’effetto più materico di viso rigido e “rotto” in alcuni punti strategici, come un angolo del mento o una parte della fronte, oppure ancora, l’arcata sopraccigliare.

Blush Wycon
Fonte: wycon.it

Fonte foto: Facebook

ultimo aggiornamento: 29-10-2015

Roberta Picco

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X