Volevano amputare il braccio a Joan Steel, ora invece il braccio ce l’ha ed è una bodybuilder

5 errori da evitare in palestra

Ecco la storia di Joan Steel, la donna a cui volevano amputare un braccio, ma che invece ha rischiato la vita per tenerselo e ora è una bodybuilder.

Il suo nome è Joan Steel (si noti che “steel in inglese significa “acciaio”), e la sua storia è semplicemente incredibile. In seguito a un brutto incidente in auto, nella sua città natale in Sudafrica, Città del Capo, la giovane 37enne allora pianista, fu coinvolta in un brutto incidente automobilistico che le maciullò il braccio.

I medici erano certi che l’unica soluzione sarebbe stata l’amputazione, ma pareri contrastanti convinsero Joan Steel a subire un’operazione rischiosa per la vita, per eliminare tutte le schegge conficcate nel suo braccio, pur di mantenerlo.

L’operazione pur difficile riuscì perfettamente, anche se le funzioni del braccio non sarebbero più tornate come prima. Macché, Joan Steel non ha voluto credere al giudizio clinico dei dottori, è oggi è un’esperta bodybuilder e lifestyle di successo.

Si è allenata molto duramente ed è riuscita a recuperare tutte le funzioni del suo braccio, ripensando a come sarebbe potuta essere la sua vita se avesse dato ascolto al primo parere dei medici che volevano amputarle il braccio.

Oggi vive a Londra e con quello stesso braccio riesce addirittura a sollevare la metà del suo peso corporeo:

“Sono così orgogliosa di me stessa, perché nonostante le limitazioni al mio braccio, sono riuscita ad avere un corpo forte e a rimettermi in forze. Se penso che questo braccio avrebbero voluto togliermelo. La mia vita sarebbe cambiata totalmente”

Grazie ad un’incredibile forza di volontà e a una formazione invidiabile, Joan Steel, la ragazza d’acciaio, è riuscita a rendere migliore la sua vita.

Se ti è piaciuta la notizia, condividila sui social!

ultimo aggiornamento: 07-11-2014

Donna Glamour

Per favore attiva Java Script[ ? ]