Vittorio Sgarbi attacca la compagnia aerea SwissAir su Facebook

Vittorio Sgarbi ha duramente attaccato la compagnia aerea SwissAir in un suo intervento su Facebook. Scopriamo cosa ha dato fastidio al critico d’arte

chiudi

Caricamento Player...

Il celebre critico d’arte Vittorio Sgarbi, in un articolato intervento sulla sua seguitissima pagina Facebook, ha raccontato della sua disavventura vissuta a bordo di un volo SwissAir, rivelando che mai più salirà su un areo di quella compagnia e ha invitato tutti coloro che lo seguono a fare altrettanto. Cerchiamo di capire però esattamente cosa è successo.

Vittorio Sgarbi: “Ci sono cacatori di prima classe e cacatori di seconda classe!”

sgarbi

Sgarbi era a bordo del volo Roma-Ginevra del 18 settembre 2016 ed ha raccontato nel suo intervento su Facebook di aver avuto dei seri problemi con il bagno: “C’è un problema, se vi sedete nella fila 4 e dovete andare il bagno avrete davanti il bagno più vicino alla cabina del pilota. E poi forse un altro più in fondo. Avete l’esigenza di fare la pipì o la popò e chiedete ai vostri vicini di farvi passare. E così è accaduto. Ho fatto pochi passi e sono andato nella toilette. Ma mentre stavo cagando, e anche con una certa concentrazione, a un certo punto, come i nazisti che andavano a prendere gli ebrei, lo steward ha iniziato a bussare alla porta parlando il suo francese, chiedendo non capivo bene che cosa. Volevo aprire per fargli capire che stavo cagando, ma ancora ‘toc toc toc’. Mai mi era capitato che qualcuno bussasse per pretendere che io, mentre cagavo, uscissi”.

Continua il critico d’arte: “Esco e vengo quasi malmenato dai due steward che mi dicono ‘lei non poteva andare in quel cesso, dalla 4° fila bisogna andare in fondo. Lei doveva uscire, questo non era il bagno suo’, con un’aria prepotente e addirittura spingendomi. Ma io fortunatamente non ho reagito e loro, ‘guardi se lei alza la voce chiamiamo la polizia’. Col caz*o la polizia. Balordi, vergognatevi! C’è merda di prima classe e merda di seconda classe. C’è cagatore di prima classe e cagatore di seconda classe. Ma un risultato però l’hanno ottenuto, perché io non salirò mai più su un volo Swiss Air e vi consiglio di fare altrettanto”.

FONTE FOTO: FACEBOOK