Vita di Gianni Versace: l’uomo dietro l’impero della moda

Tutto su come Gianni Versace ha raggiunto l’apice del successo prima della tragica e inaspettata scomparsa.

chiudi

Caricamento Player...

Oggi è Donatella Versace a gestire la casa di moda che porta il suo nome, ma tutti sanno che il suo vero fondatore è stato il fratello, Gianni Versace. Uno stilista considerato rivoluzionario, anticonformista e creativo, strappato al mondo della moda prematuramente nel 1997.

Primi anni di Gianni Versace

Lo stilista nasce a Reggio Calabria il 2 dicembre 1946 e inizia sin da piccolo a lavorare nell’atelier della madre. La sartoria della donna sorge nei pressi del Duomo della città, sostituita oggi proprio da una boutique Versace. Nel 1972 Gianni si trasferisce a Milano dove disegna abiti per altre aziende, tra cui “Complice”. La prima collezione femminile che porta il suo nome arriva invece nel 1978.

Gianni Versace
Fonte foto: https://www.instagram.com/gianniversace.1/?hl=en

La ribalta e la nascita della Gianni Versace Spa

Proprio nel 1978 nasce la Gianni Versace Spa, oggi lasciata al fratello Santo Versace e alla sorella Donatella. In questi anni Gianni collabora con il fotografo Richard Avedon e si avvicina al mondo dei costumi teatrali. Disegna costumi per la stagione del balletto della Scala di Milano e per il Don Pasquale di Donizetti, rappresentato al Piccolo Teatro di Milano.

Gianni Versace diventa conosciuto negli Stati Uniti

Una prima espansione estera avviene in Francia e nel Regno Unito: a Londra, infatti, Versace interviene a una conferenza sul suo stile. Poi è la volta dell’America: nel 1995 la linea Versus, affidata a Donatella, debutta a New York con grande successo. Versace collabora con i fotografi più acclamati e le top model più in vista, come Naomi Campbell, Claudia Schiffer, Linda Evangelista e Cindy Crawford.

Gianni Versace: funerale e assassinio

Il 15 luglio 1997 Gianni Versace viene ucciso a colpi di pistola di fronte alla sua villa di Miami Beach, in cui convive con lo storico compagno Antonio D’Amico. In seguito furono celebrati i funerali per la terribile morte dello stilista.

Fonte foto: https://www.instagram.com/gianniversace.1/?hl=en