Vita di Donatella Versace: l’impero Versace dopo la morte di Gianni

Donatella Versace oggi: ecco come ha preso le redini dell’azienda e della linea Versace Versus

chiudi

Caricamento Player...

Dopo l’assassinio di Gianni Versace nel 1997, la sorella Donatella ha dovuto prendere le redini della linea Versace Versus e dell’intero atelier. Spesso questa responsabilità l’ha quasi sopraffatta e ha condizionato com’è Donatella Versace oggi.

Versace Versus passa nelle mani di Donatella

Donatella nasce a Reggio Calabria il 2 maggio 1955 ed entra nel mondo della moda negli anni Ottanta. Infatti, in quel periodo Gianni le affida la linea Versace Versus. Ancora prima i due avevano frequentato la stessa scuola di moda ed erano molto vicini: insieme avevano imparato a trattare i tessuti e a realizzare abiti. Grazie a Donatella, la maison si apre al mondo dello show business e si fa conoscere anche a Hollywood, dove viene apprezzata da star del calibro di Madonna.

Donatella Versace
Fonte foto: https://www.instagram.com/donatella_versace/?hl=en

Donatella Versace dopo il 1997

Ancora prima della morte di Gianni, durante le sfilate, Donatella entra in contatto con la cocaina e ne diventa dipendente. La situazione peggiora dopo l’assassinio del fratello, ma non le impedisce di disegnare la sua prima collezione nel 1998, dopo un anno di pausa a causa del lutto. Nel 2000 Donatella disegnerà il famosissimo abito verde trasparente indossato da Jennifer Lopez ai Grammy Awards.

Donatella Versace oggi: la consacrazione a icona della moda

Nel 2002 i capi più celebri disegnati da Gianni e Donatella Versace vengono esposti in una mostra al Victoria and Albert Museum di Londra. Questo evento ne consacra definitivamente il successo. Nel 2005 l’ex marito Paul Beck e amici come Elton John la convincono a disintossicarsi in una clinica dell’Arizona. Da allora la stilista afferma di essere pulita e di essersi avvicinata al buddhismo. Recentemente, i suoi aspetti più comici l’hanno resa oggetto di satira da parte di Virginia Raffaele.