Vincenzo Salemme: “Faccio ridere? Sì, purtroppo anche quando sono serio”

Vincenzo Salemme, tornato al cinema con “E fuori nevica”, parla del mestiere del comico:

chiudi

Caricamento Player...

“È difficile, ma a me è sempre venuto naturale far ridere”

Vincenzo Salemme ha scelto di tornare al cinema con “E fuori nevica” adattamento al grande schermo di una delle sue commedie teatrali più famose. Con lui, nel film, ci sono i colleghi con cui l’attore ha iniziato la sua carriera in teatro e ai quali Salemme è legato da un’amicizia profonda.

“Abbiamo lavorato insieme nei primi film – ha dichiarato l’attore a “Verissimo” – poi ognuno di noi ha preso la sua strada. Carlo Buccirosso ha vinto l’Oscar con La Grande Bellezza, Nando Paone ha vinto il premio a Cannes con Reality. Solo io non ho vinto niente! A teatro o c’è l’affiatamento tra gli attori o non c’è niente da fare. L’affiatamento a teatro è fatto di relazioni. La compagnia di teatro è come una famiglia. ‘E fuori nevica’ è una commedia fortunata. Non è stato difficile recitarla. È stato naturale”.

Far ridere, d’altra parte, è stata la vocazione di Salemme fin da giovanissimo.

“Far ridere è difficile. Devi inventare un meccanismo. A teatro, il problema è creare delle novità.Da ragazzino, io provavo a dire cose in modo serio ma la gente rideva. Io non faccio neanche tanti sforzi per far ridere, faccio me stesso”.

E il risultato, a quanto pare, non è mica male…