Via il pannolino! Si può evitare fin dalla nascita!

Una pratica consentirebbe di evitare l’uso del pannolino dei bambini fin dalla nascita

chiudi

Caricamento Player...

Togliere il pannolino a un bambino è un passo importante nella crescita e nell’indipendenza dei figli, ma se questo passaggio si potesse evitare? Se si potesse proprio evitare di mettere il pannolino fin dalla nascita? Sembra impossibile, eppure è così, è una pratica che spopola già in America tra le neo mamme.

Tutto sta nel rapporto madre-figlio già molto intenso fin dal periodo della gravidanza. Si tratta di affinare l’udito e tentare di comprendere il pianto del bambino per comprenderne le esigenze. Parrebbe che il pianto sia differente in base ad esse e, quello che esprime la esprime la necessità di “andare in bagno”, sarebbe più breve e più basso.

Ovviamente ogni bambino ha il suo modo di comunicare, e sta alla mamma comprenderlo, ma ci sono segnali simili per tutti. La studiosa Ingrid Bauer lo chiama Elimination Comunication e spiega nel suo libro:

“La mamma approfondisce la sua capacità di “ascolto” e, a sua volta, il neonato acquisirebbe la capacità di vedere soddisfatte le sue esigenze e dunque continuare, anche con maggiore convinzione ed efficacia, la sua tecnica comunicativa”.

La parte fondamentale sta nell’osservare le abitudini del bambino nelle prime settimane di vita imparare a cogliere i suoi segnali. Si investe in tempo e in pazienza, ma si risparmia sull’acquisto del pannolino che si sa, è  un costo importante nel bilancio famigliare durante i primi anni di vita del bambino.

La tecnica si base sulle tempistiche, studiando e osservando le abitudini del bambino nei primi giorni di vita. La pratica prevede che si inizi poggiando il bambino sul lavandino sostenendolo con le gambine piegate, a intervalli regolari in modo da stabilire un legame logico tra quel momento e il bisogno del bambino; in un secondo tempo, verso i sette-otto mesi si potrà cominciare con il vasino.

Questa pratica consentirebbe di aumentare il legame madre e figlio e di risparmiare sull’acquisto del pannolino.