Al via le ferie solidali per i genitori in difficoltà

Arrivano le ferie solidali: il collega potrà cedere i giorni di riposo in più al collega – mamma o papà – che ha un figlio minore.

chiudi

Caricamento Player...

In Italia è stata finalmente approvato il disegno legge sulle ferie solidali che segna una svolta nel nostro paese oltre ad essere un atto di grandissima civiltà.

Sarà un modo per sostenere i genitori che lavorano che riscontrano parecchie difficoltà per gestire i figli quando hanno problemi di salute.

La commissione lavoro del Senato ieri ha approvato all’unanimità l’emendamento presentato al Job Act sulle ferie solidali con i quale un lavoratore potrà cedere le sue ferie ad un altro lavoratore che ha necessità di stare a casa per stare vicino al figlio che ha problemi di salute e che ha bisogno della presenza della mamma o del papà.

L’emendamento sulle ferie solidali è stato approvato da tutti i partiti presenti in commissione è stato presentato da Emanuela Munerato eletta nelle fila della Lega Nord in questa legislatura.

La rappresentate della Lega Nord ha presentato l’emendamento ferie solidali che è simile alla legge attualmente in vigore in Francia denominata “Mathys”.

La legge Mathys si chiama così perché prende il nome da un piccolo ragazzino di 10 anni, Mathys Germain, che il 31 ottobre 2009 morì dopo aver sofferto tantissimo per un tumore.

Giorni di riposo che avevano al padre del bambino malato per permetterli di stare con il suo piccolo che era molto malato e che dopo pochi mesi sarebbe purtroppo morto.

Un piccolo gesto che però per il padre o la madre di un bambino malato è un gesto enorme un atto di  civiltà grandissimo che ora potrà essere fatto anche in Italia.

L’emendamento “ferie solidali” presentato dalla Emanuela Munerato espressamente prevede che: “il riconoscimento, compatibilmente con il diritto ai riposi settimanali e alle ferie annuali retribuite, della possibilità di cessione fra lavoratori dipendenti dello stesso datore di lavoro di tutti o parte dei giorni di riposo aggiuntivi spettanti in base al contratto collettivo nazionale in favore del lavoratore genitore di figlio minore con necessità di presenza fisica e cure costanti per le particolari condizioni di salute”.

Ora bisogna vedere se le ferie solidali in Italia saranno adottate o meno dai lavoratori a conoscendo la grande umanità degli italiani pensiamo proprio di si.

Emanuela Bertolone.