Ezio Greggio ha preferito un esborso piuttosto pesante per sanare la controversia con l’Agenzia delle Entrate. Giulia Bongiorno è il suo avvocato.

Tanto valeva che pagasse la multa. Perché una sanatoria da venti milioni proprio non si era mai vista prima. Ezio Greggio, però, ha preferito mettersi in regola per evitare brutte sorprese. L’accertamento dell’Agenzia delle Entrate era partito un anno fa.

Sotto la lente d’ingrandimento degli esattori i 23 milioni di euro con i quali Mediaset lo aveva pagato per le sue trasmissioni tra il 2009 e il 2013 e, in particolare, i rapporti con la società irlandese “Wolf Pictures Ltd”, a cui lo showman aveva ceduto i diritti di sfruttamento dell’immagine.

Sospetti anche sulla dichiarata residenza a Montecarlo, un classico escamotage per veder tassati i propri redditi in misura minore rispetto all’Italia. Sulla questione della residenza si era già pronunciato a favore di Greggio il Tribunale di Vigevano cinque anni fa nell’ambito di una vicenda familiare.

La paura di dover sborsare tra interessi e contestazioni una cifra di gran lunga superiore ai venti milioni, però, ha indotto lo storico conduttore di Striscia la Notizia a chiudere anzitempo la partita.

Su consiglio dei consulenti tributari dello studio Crowe Horwath, Greggio ha patteggiato e staccato un assegno da venti milioni. Ora restano da risolvere alcune pendenze marginali e lo showman si è affidato alla nota penalista Giulia Bongiorno. Una che si fa pagare bene per le sue prestazioni professionali. Dopo aver sborsato venti milioni, però, per Ezio Greggio sarà come andare a prendersi un caffè al bar.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 23-07-2014


Fiocco azzurro per Gabriella Pession: è nato il primogenito dell’attrice

Una mostra per Gian Paolo Barbieri, il fotografo che ha reso eterna la moda italiana