Un compagno più giovane: ancora un tabù

Donna più grande e compagno più giovane. Davvero non può funzionare? Davvero l’età può stabilire quale sarà l’epilogo di un rapporto? Forse va di moda, ma si può pensare di instaurare una relazione seria con un toy boy?

chiudi

Caricamento Player...

Sono molte le donne che confessano di sentirsi quasi in colpa quando raccontano di avere un compagno più giovane, eppure, non accade mai il contrario: un uomo di sessant’anni si può accompagnare a una ragazza trentenne senza che a nessuno sembri strano. Perchè la cosa è così diversa quando è l’uomo ad essere più giovane?

A spiegarlo è la psicologa romana Marina Pisetzky.

“La donna storicamente è stata considerata come un soggetto debole da tutelare, anche a livello giuridico. Ecco perché, a livello sociale, una donna protetta e sostenuta da un uomo più grande diventa una modalità culturalmente accettata, mentre una donna che si lega ad un uomo più giovane rappresenta purtroppo ancora ai giorni nostri una stortura, qualcosa di amorale e spesso difficile da accettare”.

Donna sicura, indipendente o indifesa? Qual’è il tipo di donna che cerca un ragazzo più giovane?

“Spesso le donne che si innamorano perdutamente di un ragazzo più giovane sono persone cariche di responsabilità, che hanno fatto delle scelte nella vita convenzionali. Non di rado l’incontro con il giovane amante avviene dopo la fine di un matrimonio o di un rapporto importante che hanno lasciato la donna in questione con un vissuto di fatica, pesantezza e delusione”.

Quali sono gli ospatoli che può incontrare una donna che sceglie di stare con un uomo più giovane di lei?

“La donna adulta potrà scontrarsi con la disapprovazione del contesto sociale, anche da parte dei parenti stretti. In modo particolare, sono spesso i genitori di lui ad essere malcontenti e a vedere nella donna “la maliarda che ha sedotto il ragazzino”.

Se l’amore è saldo non saranno certo questi elementi a metterlo in crisi.

Ed infine, quanto possono durare le coppie con differenza di età?

“Come in tutte le coppie conta molto di più la maturità personale e la qualità del rapporto che si è costruito insieme”.