Guillermo Mariotto, la carriera da stilista oltre Ballando con le stelle

Costumi di scena, abiti da sposa e non solo: il mondo di Guillermo Mariotto quando non fa il severo giurato di Ballando con le Stelle.

Le appassionate di TV, reality e competizioni conoscono Guillermo Mariotto come giudice di Ballando con le stelle. Ma il venezuelano naturalizzato italiano è principalmente uno stilista d’alta moda, realizzatore di eleganti abiti.

I primi anni della carriera di Guillermo Mariotto

Mariotto nasce a Caracas il 26 gennaio 1966 da madre venezuelana e padre italiano. Per questo, vive a Roma per molti anni anche se prima studia a San Francisco. La passione per la moda aumenta grazie a un viaggio in Europa, specie nelle città di Londra, Milano e Parigi. Nella capitale italiana della moda, Mariotto collabora con i brand Basile, Krizia e Dolce & Gabbana.

Guillermo Mariotto
Fonte foto: https://www.instagram.com/guillermomariotto/

Guillermo Mariotto: Gattinoni e gli abiti

Nel 1988 Guillermo Mariotto incontra lo stilista Raniero Gattinoni, che gli affida la direzione della linea haute  couture della sua griffe. Nel 1994 alla morte dello stilista, Mariotto diventa direttore dell’intero atelier. Nel corso degli anni si lascia influenzare molto da storia e cultura, e ad esempio crea una linea di abiti sulle tre grandi religioni del mondo.

Inoltre realizza costumi di scena per tanti film e serie TV, come Le ali della vita con Sabrina Ferilli, il musical Vacanze Romane e l’opera lirica Madama Butterfly.  Dal 2005 si dedica alla talent Ballando con le stelle condotto da Milly Carlucci in qualità di giudice, anche se gli esperti del settore lo ricorderanno sempre per i pregiatissimi abiti da sposa.

Abiti da sposa Guillermo Mariotto: lo scandalo della sposa imbavagliata in passerella

Per difendere la libertà di stampa, nel 2010 Mariotto ha fatto sfilare le sue modelle imbavagliate con vestiti coperti di scritte da quotidiano. Uno “scandalo” che in realtà è stato molto apprezzato dai presenti alla sfilata, che al termine hanno applaudito le parole dello stilista: “La moda è comunicazione, gioco, provocazione. Non possiamo limitarci al nostro privato. La moda è sangue e sudore e sapienza e maestria. Si può scrivere e denunciare anche con ago e filo.”

Fonte foto: https://www.instagram.com/guillermomariotto/

ultimo aggiornamento: 19-03-2018

Maria Casella

Iscriviti alla Newsletter:

Acconsento all’invio di newsletter di Delta Pictures
X