Si è sempre scettici sul latte artificiale da dare ai neonati, ma a volte è l’unica soluzione: scopriamo la sua composizione

Resta indubbio che il latte materno sia il miglior nutrimento, soprattutto nei primi mesi di vita del bambino, ma a volte capita che non ce ne sia abbastanza o non ci sia proprio, quindi è necessario ricorrere al latte artificiale.

Leggi anche: Il latte materno è fondamentale per la salute del bambino

Il latte artificiale è studiato per essere il più simile possibile a quello materno, le caratteristiche nutrizionali ormai sono praticamente le stesse, con qualche variazione,ovviamente , da marca a marca. Una volta invece si usava il latte d’asina perchè era quello che si avvicinava di più al latte materno umano.

Ma vediamo nello specifico quali sono le caratteristiche e i nutrimenti che deve avere un buon latte artificiale, partendo dal presupposto che per legge, deve essere conforme a una direttiva CEE.

Il latte artificiale, che può essere in polvere o liquido, contiene:

  • proteine: caseina e sieroproteine
  • carboidrati: lattosio, glucosio, maltosio, polisaccaridi e maltodestrine;
  • grassi: grassi saturi, grassi monoinsaturi e grassi polinsaturi, provenienti principalmente dagli oli vegetali (cocco, girasole, colza, palma), colesterolo;
  • minerali: sodio, potassio, calcio, magnesio, fosforo, cloro, ferro, zinco;
  • vitamine: A, E, K, vitamine del gruppo B (B1, B2, B6, B12), niacina, acido folico.

La formulazione del latte artificiale deve contenere i suddetti nutrienti, ma questi possono variare in base all’età del bambino, infatti esiste latte artificiale specifico per ogni momento della crescita.

Tra le tipologie di latte artificiale, ce ne sono alcuni specifici per ovviare a possibili disturbi, come il latte privo di lattosio per i bambini che accusano coliche gassose abbastanza gravi, oppure il latte di soia per i bambini allergici alle proteine del latte e infine il latte antirigurgito da usare in caso insorgano patologie particolari.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 15-03-2015


I cibi giusti per contrastare l’anemia in gravidanza

Tatuaggio e piercing: cosa si può fare e non in gravidanza e allattamento