Il nuovo trucco per rallentare l’invecchiamento è stare in piedi

Stare in piedi è il trucco per ritardare l’invecchiamento e vivere più a lungo. Quest’azione così semplice sarebbe tanto potente da prevenire l’invecchiamento del Dna.

chiudi

Caricamento Player...

La maggior parte delle donne passa il tempo a scoprire il nuovo contorno occhi magico e l’elisir di eterna giovinezza. Ora però il trucco per rimanere sempre giovani ritardando l’invecchiamento, è ancora più semplice e ce l’abbiamo sempre avuto sotto gli occhi.

E’ la scoperta dei ricercatori del Karolinska University Hospital di Stoccolma che è stata pubblicata sul British Medical Journal.

Secondo i ricercatori svedesi passare meno tempo seduti potrebbe essere più importante dell’esercizio, ci sarebbe quindi una forte correlazione tra il tempo passato sulla sedia o sul divano e la lunghezza dei telomeri, regioni terminali del cromosoma, il cui progressivo accorciamento è associato all’invecchiamento cellulare.

Mai-Lis Hellenius, autore dello studio, spiega:

“In molte nazioni, l’esercizio fisico è aumentato ma, allo stesso tempo, sono cresciute le ore che si passano seduti. Si sta facendo largo una preoccupazione riguardo, non solo alla bassa attività fisica, ma anche alla sedentarietà come nuovo fattore di rischio per la salute dei giorni nostri. Ipotizziamo che una riduzione nelle ore passate da seduti abbia una maggiore importanza dell’aumento delle ore dedicate all’esercizio”.

Alla ricerca sono stati sottoposti 49 adulti sovrappeso sedentari che hanno superato i sessant’anni e hanno misurato la lunghezza dei telomeri nelle loro cellule sanguigne. Metà di loro aveva preso parte a un programma di esercizio della durata di sei mesi, mentre gli altri no.

Secondo lo studio nonostante le persone che fanno più esercizio fisico hanno la tendenza a essere più sane, il fattore più importante per la lunghezza dei telomeri era quanto tempo passavano seduti. Gli scienziati hanno concluso che meno tempo una persona passava seduta, più lunghi erano i suoi telomeri e, quindi, maggiori le sue chance di vivere più a lungo.