Il guru nel panorama cantautorale italiano Eugenio Finardi torna in scena in tutta Italia con il suo inconfondibile sound, reinterpretando live i grandi classici del suo repertorio e gli inediti del nuovo album “Fibrillante” (prodotto da Max Casacci dei Subsonica).

I fans di Eugenio Finardi saranno finalmente accontentati: al via una serie di concerti che toccheranno tutta Italia. Ad accompagnare sul palco Eugenio Finardi nel suo show energico e sorprendente, è la band con cui ha scritto e registrato “Fibrillante”: Giovanni “Giuvazza” Maggiore alla chitarra, Marco Lamagna al basso, Claudio Arfnengo alla batteria e Paolo Gambino alle tastiere.

Queste le prossime date del tour e gli appuntamenti speciali: questa sera ad Ancona (per il Sounds Good Festival); domani a Gemona del Friuli – UD (in occasione di un evento/incontro presso l’esclusivo Laboratorio Internazionale di Comunicazione); il 6 agosto a Treviso (per il Suoni di Marca Festival); l’11 agosto a Formello – RM (alla Villa Comunale); il 14 agosto a Nulvi – SS; il 30 agosto a Priverno – LT (Notti di San Martino); il 31 agosto a Ravenna (alla Festa del PD); il 1 settembre a Quarrata – PT (in Piazza Risorgimento); il 16 e il 17 settembre a Milano (presso lo storico jazz club Blue Note). Il 20 e 27 settembre porterà rispettivamente sui palchi di Spotorno – SV (in Piazza della Vittoria) e di Faenza (al Teatro Masini, in occasione del MEI, il Meeting delle Etichette Indipendenti) lo spettacolo “Parole & Musica”.

L’appuntamento di domani di Finardi (ospite del LAB di Gemona, il prestigioso corso estivo rivolto agli studenti stranieri di lingua e cultura italiane e a professionisti nel campo della comunicazione letteraria, cinematografica, teatrale, giornalistica e di arti figurative) sarà invece un’esclusiva lezione – concerto.

“La canzone d’autore è una fra le migliori modalità per raccontare l’Italia – racconta Emanuela de Marchi, direttore del Laboratorio Internazionale della Comunicazione – Il Lab durante la sua storia ha organizzato corsi con Guccini, Vecchioni, De Andrè e ha lavorato sui loro testi. Nel solco di questa tradizione, la persona che volevamo avere con noi era proprio Eugenio Finardi. Saputo poi che egli è anche molto legato al Friuli, ci è parsa naturale la sua presenza per il Progetto Italia che sta elaborando il Lab e nel quale intellettuali e artisti debbono avere un ruolo”.

Dopo aver dedicato gli ultimi quindici anni all’esplorazione di diversi generi musicali, spaziando abilmente dal blues al folk, fno al Fado Argentino e alla classica contemporanea, Eugenio Finardi ritrova il piglio agguerrito e incendiario e torna alle sonorità di forte impatto e ai contenuti di grande impegno che hanno contraddistinto i suoi primi album Cramps come “Sugo” e “Diesel”.

Emanuela Bertolone.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 04-08-2014


Terzo capitolo della saga del film Ghostbusters: al via l’impotesi di un nuovo film

Zac Efron e Michelle Rodriguez ancora insieme a Formentera