Una donna di 33 anni ha avuto un’improvvisa lesione celebrale che rischiava di uccidere lei e la bambina che portava in grembo: i medici dell’ospedale di Torino la salvano insieme alla neonata.

I medici dell’ospedale Molinette di Torino hanno dovuto fronteggiare un’emergenza molto delicata. Una donna, durante il parto, è stata operata al cervello per delle lesioni che mettevano a rischio lei e la bambina. Grazie allo straordinario lavoro dei chirurghi, anestesisti e personale medico sia la donna 33enne che sua figlia sono salve.

Donna salvata dall’operazione al cervello svolta dall’ospedale di Torino

Come riporta TG Com 24: “Un’improvvisa lesione cerebrale rischiava di mettere in pericolo la vita di una donna, di 33 anni, e della bambina che portava in grembo. I medici dell’ospedale Molinette di Torino hanno deciso un intervento neurochirurgico d’urgenza combinato al parto cesareo. Grazie alla delicata operazione, madre e figlia stanno bene e hanno potuto festeggiare insieme il Natale.”

La donna e la bambina ora sono fuori pericolo grazie all’intervento tempestivo del personale medico di Torino. L’intervento era molto delicato e complesso e con l’aggravante dell’imminente parto ma fortunatamente grazie alla competenza dei professionisti è andato tutto per il meglio. La sala neurochirurgica si è letteralmente trasformata in una sala parto improvvisata che ha salvato la vita alla donna e sua figlia.

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 29-12-2021


Covid, il primario del Bambin Gesù: “La metà dei ricoverati sono bambini neonati”

Caso Saman Abbas: trovato un frammento osseo che potrebbe appartenere a lei