Ormai è virale, tutti ci stiamo chiedendo come rispondere al quesito #TheDress e capire una volta per tutte di che colore è il vestito che sta facendo il giro della rete.

La risposta al quesito #TheDress, di che colore è questo vestito sta facendo impazzire il web.

Tutto nasce giovedì scorso quando Buzzfeed ha pubblicato la foto di questo abito, condiviso da una donna su Tumblr, chiedendo ai propri lettori: “Di che colore è questo vestito?”.

In poche ore, la notizia è diventata virale, e su Twitter tutti, da Taylor Swift a Cara Delevigne cercano una risposta al quesito #TheDress: sarà bianco e oro o nero e blu?

Di che colore è secondo voi? Intanto scopriamo la risposta scientifica al quesito #TheDress.

Diverse sono le interpretazioni di come sia possibile che molti vedono #TheDress bianco e oro e tanti altri blu e nero. Una prima risposta può essere trovata nella differenza delle età di chi guarda la foto:

 “La lente dell’occhio cambia nel corso della vita e si è meno sensibili alla luce blu quando si diventa più grandi”, ha detto il dottor Jay Neitz, ricercatore presso l’Università di Washington, a Vice.

Un altro elemento che può influire nel rispondere al quesito è il tipo di illuminazione: la foto è stata scatta in una condizione di luce bluastra ed è per questo che alcune persone lo vedono bianco.

“Se entro in una stanza e accendo una luce completamente rossa, le cose bianche riflettono tutta quella luce rossa. Ma se ho anche una cosa rossa, non la vedrò rossa”. Spiega il dottor Neitz.

Inoltre, intervistato da Buzzfeed, il dottor John Borghi, neuroscienziato cognitivo alla Rockefeller University, ha spiegato che la nostra visione è fortemente influenzata dal cosiddetto processo “top-down”:

“Il processo top-down, inizia nel cervello e scorre verso il basso, filtrando le informazioni attraverso la nostra esperienza e le aspettative per produrre percezioni”.

Ogni persona ha un insieme diverso di esperienze e aspettative, così come differenti livelli di attenzione e particolari movimenti oculari. Ad esempio, ciò che si è  guardato poco prima di guardare il vestito potrebbe influenzare il modo in cui il cervello percepisce i colori.

Clicca qui per iscriverti alla Newsletter
Clicca qui per seguire la nostra pagina Facebook
Clicca qui per entrare nel nostro gruppo
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Instagram
Clicca qui per seguire Donna Glamour su Twitter
Clicca qui per iscriverti al nostro canale Telegram

Riproduzione riservata © 2022 - DG

DONNAGLAMOUR ULTIM'ORA

Ultimo aggiornamento: 27-02-2015


Momenti di paura per Monica Leofreddi e la troupe di Torto o Ragione

Il punto G degli uomini si chiama punto L