Terremoto: cani, gatti e mucche lo sentono prima perchè…

Gli animali prevedono il terremoto: prima dell’avvento di catastrofi naturali, sono straordinariamente evidenti i loro insoliti comportamenti

chiudi

Caricamento Player...

Fin dall’antichità è noto come gli animali di vario genere riescano a percepire prima l’arrivo del terremoto: quando gli animali si agitano da pochi a qualche minuto prima dell’evento sismico hanno avvertito le onde P (Primarie) che anticipano le onde secondarie.

Nel caso di forti terremoti, alcune specie animali possono assumere comportamenti anomali fino a 250 km di distanza dal futuro epicentro.

Se invece manifestano un comportamento anomalo diversi minuti – ore o giorni prima, allora si tratta di altri fattori , come ad esempio: campi elettromagnetici, ultrasuoni, variazione del campo magnetico terrestre, variazioni delle correnti elettriche terrestri, esalazioni di gas dal sottosuolo e altri fattori.

Infatti gli animali in quei momenti si rivelano molto agitati, inquieti o comunque tendono ad essere più aggressivi e fugaci. Ovviamente nei cani questi comportamenti sono più appariscenti, in quanto siamo più abituati ad osservarli e a recepire i messaggi che ci mandano.

Testimonianze

Famoso è il caso dei rospi, prima del disastro dell’Aquila. Proprio in quei giorni, una ricercatrice inglese stava svolgendo alcune ricerche sugli anfibi in Abruzzo, e poté notare il comportamento anomalo di questi animali proprio nelle ore precedenti alla catastrofe: improvvisamente tutti i rospi sparirono lasciando la studiosa stupefatta.

Questo avvenimento è stato così caratterizzante e importante che è stato oggetto di un articolo pubblicato dal Journal of Zoology scritto dalla ricercatrice Rachel Grant della Open University di Milton Keynes.

Certezze?

Gli animali in quei momenti si rivelano molto agitati, inquieti o comunque tendono ad essere più aggressivi e fugaci. Ovviamente nei cani questi comportamenti sono più appariscenti, in quanto siamo più abituati ad osservarli e a recepire i messaggi che ci mandano.

Le ricerche su questo affascinante aspetto del comportamento animale continuano e si spera che presto il mondo della scienza riuscirà a carpire questi meccanismi, facendo non solo un grande passo nello studio del comportamento ma anche nello studio della previsione dei terremoti.