Svaligiata dai ladri la villa in Toscana di Pino Daniele

chiudi

Caricamento Player...

E’stata svaligiata dai ladri la villa di Orbetello dove lo scorso 5 gennaio Pino Daniele è stato colto dal malore che lo ha poi ucciso.

I ladri hanno approfittato dell’assenza dei familiari di Pino Daniele che erano a Napoli per i funerali per intrufolarsi nella villani Orbetello in Maremma dove domenica il cantautore ha accusato il malore in seguito al quale è poi deceduto.

E’ stata la compagna dell’artista, Amanda Bonini, a scoprire che qualcuno era entrato nella villa e a dare l’allarme. La donna, rientrata nel pomeriggio, ha notato la porta finestra del retro forzata e ha avvertito i carabinieri.

Sul posto è arrivata, oltre alla pattuglia, anche la scientifica, che ha effettuato rilievi alla ricerca di impronte o tracce.

Leggi anche: Le ceneri di Pino Daniele saranno esposte al Maschio Angioino di Napoli

La casa dell’artista si trova in una zona isolata: è un ex podere poi trasformato in villa, circondato da un giardino e “nascosto” da una fila di cipressi sui quattro lati. La villa è dotata di un sistema d’allarme che sarebbe stato divelto dai ladri che sono poi riusciti a entrare da una porta finestra.

Il bottino del furto dev’essere ancora quantificato ma a quanto si apprende i ladri avrebbero portato via anche alcuni strumenti musicali dell’artista, tra cui due chitarre e anche parecchi soldi: gli investigatori e la famiglia comunque continuano a fare l’inventario per capire se manca ancora qualcosa.

Dall’autopsia, intanto, è stato accertato che Pino Daniele è morto per insufficienza cardiaca.