Strage airbus: Lubitz era stato scaricato dalla ragazza

Continua la ricerca di elementi per comprendere le motivazioni che potrebbero aver spinto Andras Lubitz a condurre l’aereo contro le montagne francesi, provocando una strage senza precedenti. Ora si apre una nuova pista: delusione d’amore?

chiudi

Caricamento Player...

“Apri questa porta Andreas, apri questa porta”.

Una frase disperata quella che si è ascoltata grazie alla scatola nera e anche l’ultima che ha sentito Lubitz, il copilota dell’Airbus A320 precipitato sulle Alpi.

Due giorni dopo la strage che ha colpito i cieli sopra le Alpi provocando la morte di 149 persone, gli inquirenti adesso vogliono capire perché Lubitz abbia deciso di farla finita, di non aprire quella porta uccidendo in modo drammatico 149 persone.

Inevitabile a questo punto tentare di scavare nella vita privata del copilota.

Indizi importanti sarebbero stati trovati nella casa del copilota: dalle perquisizioni in corso da parte della polizia, sembra che, alla base del genso folle ci sian una profonda depressione.

Lubitz, nonostante avesse superato tutti i test psicologici e ottenuto anche le certificazioni di eccellenza, non era in grado di sopportare momento di depressione: molto taciturno e schivo, seppur brillante e simpatico, secondo quanto racconta il Daily Mail, Lubitz avrebbe avuto qualche problema sentimentale con la sua ragazza con al quale aveva interrotto la relazione pochi giorni fa.

Dalle primissime indiscrezioni delle indagini, pare proprio che Lubitz potrebbe aver scelto di farla finita perché probabilmente era stato “appena scaricato”, come racconta il Daily Mail. La ragazza, raggiunta telefonicamente, ancora sotto shock non ha voluto il alcun modo commentare quanto è accaduto.

Pur non avendone la certezza, questa potrebbe essere la chiave per capire cosa abbia spinto Lubitz ad un gesto così estremo.

Intanto, dopo quattro ore di perquisizione, la polizia e gli investigatori stanno analizzando tutto il materiale raccolto sul pc di Lubitz e stanno ricostruendo i suoi ultimi giorni.

Fino ad oggi non sono però emersi dettagli che avrebbero potuto far presagire un simile epilogo, solo un dettaglio è emerso, ma è ancora tutto da verificare: gli inquirenti della Procura di Dusseldorf avrebbero trovato indizi di una malattia psichica di Andreas Lubitz, nella perquisizione della sua casa.