Uno sguardo dentro la moda giapponese: chi è Junya Watanabe

I materiali sintetici, innovativi e tecnologicamente avanzati dello stilista Junya Watanabe

chiudi

Caricamento Player...

I più grandi stilisti giapponesi sono famosi per la loro tendenza all’eccesso, alla ricerca di linee e forme mai portate in passerella prima. La storia di Junya Watanabe segue le loro orme e ha fatto guadagnare al suo concept l’appellativo di techno couture, moda tecnologica.

Biografia dello stilista Junya Watanabe

Junya nasce a Fukushima, in Giappone, nel 1961. Dopo aver frequentato il Bunka Fashion College, diventa apprendista presso la maison Comme des Garçons dove si occupa di realizzare le fantasie.

Quella tra Junya Watanabe e Comme des Garçons sarà una lunga collaborazione, tanto che a un certo punto lo stilista inizia a realizzare collezioni proprie ma sotto il nome del brand. Questo anche grazie alla guida della sua mentore, Rei Kawakubo, fondatrice del marchio.

Junya Watanabe
Fonte foto: https://www.instagram.com/junyawatanabeofficial/

Uno stile unico al mondo

Watanabe si è da sempre distinto per i materiali innovativi, che spesso provengono da ambienti esterni alla moda. Nel 2015 per esempio alcuni dei suoi abiti erano coperti da padiglioni in plastica trasparente, usati come spalline e copricapi.

La geometria e il futurismo si vedono anche nelle forme, per esempio nel celebre cappotto della collezione 2017 ricoperto di spuntoni di forma triangolare. Da ricordare anche le collaborazioni, come quella Junya Watanabe x The North Face: una serie di giacche e cappotti quasi da cantiere, con un innato fascino street style.

Junya Watanabe per Vogue

Vogue è una rivista in grado di lanciare o stroncare una carriera. Nel caso di Watanabe, la testata ne sa apprezzare la modernità e così è stato per la collezione autunno-inverno 2017-2018.

Punk, scozzese e origami: questo lo strano ma riuscito mix proposto dallo stilista alla Paris Fashion Week di allora. Tra gli accessori più eccentrici, i collari in pelle; tra i materiali più bizzarri, veri e propri pezzi di rete.

Fonte foto: https://www.instagram.com/junyawatanabeofficial/